Test 1: Matrix Revolutions

Ho deciso, dopo l'ultimo test, che The Matrix non andava più bene come banco di prova per i test. I Codecs non hanno ormai più con questo titolo i problemi che avevano quando ho iniziato ad eseguirli tre anni e mezzo fa. Poiché sono un fan della serie Matrix, ho preso in esame i successivi della serie, scegliendo infine Revolutions, dove ho visto che vi erano le scene più difficili.

Ho selezionato un gruppo tra le scene più corte che ho esaminato: Il primo minuto e mezzo con i personaggi famosi di Matrix che scorrono lungo lo schermo ed una rappresentazione computerizzata di una intera città; la scena del risveglio di Neo nella metro (3:56 - 4:45), la lotta nell'atrio del club fino al punto dove il francese interrompe la musica nel club (15:45 - 18:52), la scena dove vi è un battello che corre nei tunnel sotterranei inseguito da gruppo di calamari (1:01:59 - 1:02:40), l'inizio dell'attacco dei calamari a Zion (1:03:40 - 1:04:24), Neo nella città meccanica (1:38:40 - 1:40:00) ed infine l'inizio della lotta tra Neo e l'Agent Smith (1:41:54 - 1:43:50).

Adesso è possibile alternare la visualizzazione tra le schermate di una determinata scena utilizzando i links al di sotto dell'immagine. Il commento relativo alla corrente schermata viene visualizzato al di sotto della figura. Per default viene mostrata l'immagine originale presa dal DVD. Grazie mille a Zolaerla per lo script relativo al cambio immagine ed allo zoom.

Ecco ora la mia solita premessa: le schermate non sono necessariamente un indice della qualità del video. Potrebbe essere che un quadro del codec A capiti in un I-frame che è il meno compresso di tutti (e che pertanto risulta ottimo), mentre la qualità può degradarsi rapidamente nelle schermate successive. E un codec B può avere nella stessa posizione un B-frame fortemente compresso, cosicché paragonare i due non sarebbe giusto. In conclusione: prendete le schermate con un minimo di intelligenza, assicuratevi di aver letto tutti i miei commenti e fate personalmente dei test se avete dei dubbi. Ogni essere umano ha una diversa percezione della qualità visiva, e voi potreste arrivare a conclusioni completamente differenti guardando gli stessi clip che ho visto io. Inoltre, questa volta mi sono premurato di tenere d'occhio l'origine durante tutto il confronto, e pertanto troverete anche dei commenti sulla qualità in relazione all'originale.

Scena 1: Introduzione

Ho sempre avuto l'impressione che, anche nel primo Matrix, i codec avevano molti problemi con l'introduzione, già ad iniziare dal logo della Warner Brothers, ed ora ho visto che avevo ragione. I codec non hanno simpatia per gli sfondi neri (e molti causano pessimi difetti in scene che dovrebbero invece essere completamente nere), ed anche far scorrere le frasi sembra che risulti loro difficile. Di proposito ho provato con un brano che supera di un po' l'introduzione fino ad includere i primi personaggi, per vedere come veniva gestita una transizione tra contenuto interamente generato da computer e quello ripreso invece dal vivo.

Tirando le somme, pare che risulti alquanto complicato per dei codec ASP mantenere nero il nero, e perfino dei codec proprietari presentano lo stesso inconveniente. I codificatori AVC mostrano il loro valore, e NeroDigital chiaramente primeggia in queste scene, seguito da XviD e VP6.

Scena 2: La metro

Quando Neo si risveglia in una stazione della metro quasi del tutto bianca, i codec fanno molta fatica a riprodurre la struttura delle mattonelle sulle pareti.

Sicuramente vi è spazio per un ulteriore miglioramento per tutti i codec, in questa scena. Mi interessava vedere in particolare come l'encoder High Profile AVC si comportava una volta aggiunto il 'film grain' (che fa parte delle specs di High Profile). Suppongo che con la granulosità gestita in modo efficiente, vi dovrebbe essere spazio per disegnare tutte quelle mattonelle per come si deve.

Scena 3: Il Club

Che sarebbe Matrix senza una bella sparatoria? Per fortuna in Matrix3 hanno reintrodotto la sparatoria nell'atrio:

Subito dopo la battaglia il nostro protagonista entra nel club:

Scena 4: Il tunnel

Tenetevi lo stomaco, stiamo per fare una galoppata.

Il tunnel è senza dubbio una grossa sfida per tutti i concorrenti. Non considero veramente buono nessun risultato: abbiamo ad ogni modo risultati che possono andar bene, altri così così ed altri decisamente brutti.

Scena 5: Attacco a Zion

Nel momento in cui migliaia di calamari si incontrano con migliaia di pallottole, non può non esservi del lavoro per i nostri concorrenti.

Sembrerebbe quasi che i calamari stiano attaccando i nostri concorrenti, non vi pare?

Scena 6: Machine City

Quando Neo entra nel cuore della città meccanica, i nostri concorrenti devono darsi da fare per lavorare le scene buie, con un mucchio di blu e tante piccole cose che svolazzano attorno alla faccia di Neo.

Scene 7: Neo affronta l'Agent Smith

Se pensavate di aver visto delle belle scene di lotta in 1 e 2, qui vi è la battaglia finale: Neo e l'Agent Smith si affrontano sotto un diluvio di pioggia, con migliaia di copie di Smith che guardano.

E' chiaro che la pioggia sarà un elemento ancora presente nei nostri futuri confronti, poichè i concorrenti non sono molto abili nel rappresentarla.

Conclusione

Questo era l'ultimo film che avevo preso in considerazione, e proprio mentre stavo perdendo la speranza di trovare qualcosa di sufficientemente tosto nel materiale a mia disposizione, Matrix3 è venuto in mio soccorso. Sebbene più corto del primo Matrix, questo è chiaramente ancora territorio da conquistare. Se qualcuno dichiara di poter fornire una qualità DVD in 700MB per un film di due ore, fategli codificare Matrix3 e fate il confronto con il DVD. E se continua ad avere la stessa opinione, mandatelo da un oculista.

Ho visto che ateme è quello che meglio si è comportato in questo test. ND HP ha un leggero vantaggio su ND MP, ma lo sconta in termini di tempo di codifica. Inoltre, le differenze sono molto difficili da individuare. In effetti, mi aspettavo un po' di più da un codec High Profile, e tuttavia bisogna riconoscere che è ancora molto presto, ed è presto in genere per i codec AVC. Ad ogni modo, i risultati del primo paragone, dove ho incluso AVC mostrano con chiarezza cosa ci aspetta nel futuro. Gli encoder ND sono seguiti da XviD e quindi da VP6.

Proprio di recente, qualcuno nel mio forum ha scovato una vecchia intervista 3ivX (del marzo 04), e sembrerebbe che sia stato attuato quanto promesso: qualità del DivX, velocità di NeroDigital. D'accordo, NeroDigital ASP otteneva 50.99 fps sul mio vecchio apparecchio, e pertanto non è strano che vada notevolmente più veloce sulla mia nuova macchina (e produca anche una miglior qualità), ma ad ogni modo credo che abbiano raggiunto i loro obiettivi. I risultati di HDX4 e RV10 sono spesso analoghi. Forse questo è dato dal fatto che sembrano conservare la granulosità. Ma, mentre in RV10 i dettagli sono limati, appaiono alquanto a blocchi in HDX4. Avrei probabilmente propeso per un punteggio più alto a RV10 a motivo della quasi totale assenza di blocchi, ma tenendo conto di come appare l'originale, temo che una piacevole impressione visiva non sia sufficiente, qualora l'originale venga privato di tanti dettagli.

In ultimo, abbiamo WMV9 e VSS. VSS ha un problema col rate control, un problema che certamente può essere risolto (e posso ricordarmi altri codec che lo avevano, per esempio le prime releases di 3ivX) però al presente l'encoder deve essere ancora molto migliorato. Anche la scoloritura in WMV9 lascia insoddisfatti, ed oltre alla scoloritura si vedevano parecchi blocchi, il che mi ricorda DivX3 (torneremo più avanti su questo argomento).

 

Andiamo ora a Salvate il Soldato Ryan. Se pensate di aver visto abbastanza potete andare direttamente alla conclusione.

 

Questo documento è stato aggiornato il 28 dicembre 2004
Tradotto da sante ronchi il 20 gennaio 2005