Codificare in DivX

Al momento ci sono due tipi di codec DivX oltre ad alcuni compressori alternativi in standard MPEG-4: DivX3.x detto anche DivX ;-) è il codec che ha dato inizio a tutto questo nel lontano 1998. In sostanza si tratta di una versione "modificata" della libreria di codifica MPEG-4 v3 di Microsoft. Il secondo codec DivX è il DivX4/5, sviluppato dalla DivXnetworks, un motore di compressione completamente nuovo e sviluppato in modo indipendente. Il tipo che aveva "lanciato" l'originale DivX3 sta ora lavorando attivamente su DivX5. XviD è un progetto open source per un compressore MPEG-4 che inizialmente poggiava sulla stessa base di codice del DivX4 (la DivXNetworks, inizialmente, aveva lanciato un progetto open source col nome OpenDivX - in seguito finirono col riutilizzare parte di quel codice per sviluppare il proprio codec DivX4). NeroDigital è la soluzione di Ahead (la casa di software famosa per la suite di masterizzazione Nero Burning ROM) per un'implementazione completa del formato MPEG-4 (audio e video).

La scelta di quale codec usare è assolutamente personale. Se siete persone pratiche e preferite le cose semplici, Auto Gordian Knot vi offre la possibilità di codifiche semi-automatizzate in DivX3/5 e/o XviD, ma potrete trovare anche guide, al contrario, molto lunghe e complesse per la codifica manuale (vecchia maniera...) in DivX3 e XviD. NeroDigital è una componente esclusiva dell'applicazione Recode2 di Ahead. In merito alla qualità di ciascun codec, probabilmente è meglio che valutiate per vostro conto.

DivX3.x

PRO: è in giro da parecchio tempo e quindi non ha più segreti per l'ultizzatore esperto

CONTRO: è piuttosto dubbia la legittimità di questo codec, il codec in seè stesso non è molto controllabile e solo l'utilizzo di strumenti di codifica molto avanzati (e complessi) vi permetterà di ottenere una specie di "predizione" sulle dimensioni finali, o -detto in altro modo- riuscire a far stare un film in un numero prestabilito di CD è una vera impresa

XviD

PRO: soluzione assolutamente legale, open source, supporto nativo alla codifica in VBR a 2 passate, estremamente configurabile

CONTRO: a meno che non pensiate di farne un uso commerciale (e quindi vi serve una licenza d'uso!) non vedo controindicazioni di sorta

DivX5

PRO: soluzione assolutamente legale, gratuita per un uso privato, piuttosto semplice da utilizzare, compatibile compatibile all'indietro con tutte le precedenti versioni di DivX

CONTRO: la versione Pro è gratuita solo per i primi 6 mesi

Nero Digital

PRO: soluzione assolutamente legale, gratuita per un uso privato, molto veloce, supporta l'uscita audio a 6 canali a basso bitrate (AAC), soluzione completamente integrata

CONTRO: una soluzione integrata significa anche minor flessibilità, supporta in ingresso solo il formato DVD Video, il codec non può essere utilizzato al di fuori dell'applicativo Recode2, il formato in uscita è ristretto al solo MP4, non permette la suddivisione dei film su 2 o più CD, per poter disporre di sottotitoli e/o dei capitoli è necessario utilizzare il Nero Media Player

Guide alla manipolazioe dei DivX

DivX autorun guide - come fare CDs che lancino da sè la riproduzione del film e che installino un codec DivX se necessario
Ogg Media stream guide - cme creare un flusso multimediale Ogg Media contenente audio Ogg Vorbis
MP4 stream guide - come creare flussi multimediali MP4 contenenti audio AAC
Mpeg2Dec frameserving guide - il più veloce ed il più complesso "frameserver" di sempre
VirtualDub procedures - spiega più o meno tutto quello che potete fare con VirtualDub (tagliare/dividere e unire, comprimere l'audio, sincronizzare l'audio col video, ecc.)
VirtualDubMod procedures - miscelare audio e video col VDubMod, modificare e creare file AVI, OGM e Matroska
XCD guide - come mettere 800MB di dati video su un CD da 700MB!

 

Questo documento è stato aggiornato il 09 Ottobre 2004
Traduzione di babaz il 10 Ottobre 2004