DV to DVD guide

Questa guida intende aiutarvi nei primi passi per creare un DVD da una sorgente DV

Avrai bisogno del seguente software per questa guida

Il tuo programma preferito di editing DV
AviSynth
BeSweet & GUI / AC3Machine
CinemaCraft Encoder (CCE), TMPGEnc, Canopus Procoder or MainConcept MPEG Encoder
Il tuo programma preferito di authoring DVD

0. Trasferire il video dalla videocamera al PC

Prima di cominciare a modificare il tuo video devi prima trasferirlo sul tuo PC. La maggior parte delle videocamere DV hanno un'uscita che permette un trasferimento veloce e senza perdita di qualità


1. Tagli, Modifiche, Effetti di transizione, ecc.

Il primo passo nella creazione di un DVD è la parte più creativa: Editare il video. Ciò può essere fatto usando una varietà di programmi basilari di editing DV come Ulead VideoStudio, MGI VideoWave, Pinnacle Studio, o usando un software professionale come Adobe Premiere, Ulead MediaStudio Pro, o SonicFoundry Vegas Video. Parlare della gran varietà di programmi di editing e le differenti opzioni che ciascuno offre va oltre gli scopi di questa guida. Dunque acquisisci il file DV dalla videocamera usando il software di tua scelta e esegui il montaggio secondo le tue preferenze (ovviamente non posso consigliarti quali parti tagliare e quali effetti applicare perché ognuno ha i suoi gusti).

Una volta terminato il montaggio, salva il file DV come AVI type-1 o type 2. Salva l'audio separatamente in un file WAV (il programma di montaggio DV dovrebbe avere quest'opzione - sotto, un esempio dell'aspetto che potrebbe avere).



2. Encodare l'audio

Puoi usare sia audio MP2 che AC3 (Dolby Digital 2.0) per un DVD PAL. MP2 non è permesso sui DVD NTSC, ma alcuni players lo supportano comunque. Assicurati che il programma di authoring DVD supporti l'audio AC3; in caso contrario devi usare MP2. Il mio programma di authoring preferito è DVDlab, che supporta AC3. Usa BeSweet per convertire il file WAV nel formato desiderato. È disponibile una interfaccia grafica (GUI NdT) per BeSweet che puoi usare per encodare in MP2; per l'audio AC3 preferisco AC3Machine, che è anch'esso un'interfaccia grafica per BeSweet ma incentrato sull'encoding AC3.

2.1 Encoding in MP2

Avvia l'interfaccia grafica di BeSweet e clicca sul pulsante 2Lame sulla destra. Seleziona il file WAV che hai estratto nel passo 1 e il percorso e il nome del file per il risultante file MP2. Se la tua sorgente non è a 48 kHz seleziona Sample Rate nel riquadro Input Options e scegli il valore 48. Nel riquadro Output options imposta Encoding Mode su stereo, quindi imposta Total Bitrate secondo le tue preferenze; è raccomandabile scegliere 224 kbps. Infine clicca su WAV to MP2 e il file MP2 verrà generato.

Per maggiori informazioni su BeSweet e le sue interfacce grafiche, consulta questa guida.



2.2 Encoding in AC3

Avvia AC3Machine, seleziona il file WAV che hai estratto come Input (AC3), quindi seleziona percorso e nome del file in Output (AC3). Imposta LFE ToLR Channels a -3db, il Channels Mode a stereo, deseleziona Dynamic Compression, seleziona Auto Find Maximum Gain. Imposta delay a 0 msecs. Se la tua sorgente non ha una frequenza di campionamento (sampling rate nel testo originale NdT) di 48kHz seleziona Set Sampling Rate to 48000 Hz nel riquadro SSRC Options. Imposta il bitrate a 224 o 192 kbps, quindi clicca su Give me AC3! e aspetta che l'elaborazione sia finita.
Per altra informazioni su AC3Machine, leggi AC3Machine guide.

3. Encodare il video

I DVD usano MPEG-2 come formato video. Sono disponibili molti buoni encoder MPEG-2: CinemaCraft Encoder (CCE), TMPGEnc, Canopus Procoder, MainConcept MPEG Encoder, e alcuni altri. Questa guida sarà incentrata su CCE 2.66, TMPGEnc 2.5, Canopus Procoder 1.5, e MainConcept MPEG Encoder 1.4.2.

Se intendi creare un video di grandezza data per prima cosa hai bisogno di calcolare il bitrate. Suggerisco di convertire tutte le dimensioni dei files in Megabytes, in modo da non confondersi. Supponiamo che vuoi riempire completamente un DVD-R, lo spazio disponibile è 4.38 GB o 4485 MB. Sottrai la dimensione del file audio (in MB), per esempio 167MB, a questo valore, lo spazio disponibile per il video sarà quindi 4485 MB - 167 MB = 4319 MB. Calcola la durata del video in secondi, per esempio se il video dura 1h 44min 10sec, la lunghezza totale in secondi sarà 6250. Il bitrate del video non dovrà superare 4319 * 1024 * 8 / 6250 kbps = 5660 kbps. Considerando che l'assemblaggio (muxing nel testo originale NdT) occupa dello spazio e che probabilmente vorrai inserire menù e sezioni, dovrai tenerti più basso di quel valore. quindi stando all'esempio di cui sopra userei un bitrate medio di 5500 kbps.

3.1 CCE

3.1.1 Creare uno script AviSynth

Il modo in cui compilerai lo script Avi Synth dipende dalla sorgente e dai tuoi gusti personali. Qui ci sono due esempi coi quali cominciare; naturalmente potrai cambiare le impostazioni dei filtri o usarne di diversi, ecc.:

Progressive DV

code:
AviSource("C:\MyDVFiles\DV_type2_file.avi") Convolution3D(1, 6, 10, 6, 8, 2.8, 0)
o
code:
DirectShowSource("C:\MyDVFiles\DV_type1_file.avi", 25) Convolution3D(1, 6, 10, 6, 8, 2.8, 0)
(il 25 qui sopra è il frame rate per PAL; per NTSC dovrai usare 29.97.)

DV Interlacciato
codice:
AviSource("C:\MyDVFiles\DV_type2_file.avi") SeparateFields() odd=SelectOdd.Convolution3D(1, 6, 10, 6, 8, 2.8, 0) evn=SelectEven.Convolution3D(1, 6, 10, 6, 8, 2.8, 0) Interleave(evn,odd) Weave() DoubleWeave.SelectOdd()

In questo modo ogni campo sarà filtrato separatamente, così la struttura interlacciata sarà conservata. Sostituisci Avisource con DirectShowSource come sopra se il tuo DV ACI è type-1.

Problemi con NTSC

Dato che i video digitali NTSC usano un colorspave 4:1:1, c'è un problema con la conversione nel colorspace 4:2:0 usato nei DVD di tipo MPEG-2. Per risolverlo usa il filtro di trbarry ReInterpolate411().

Per migliorare la conversione del colore, semplicemente aggiungi il comando
ReInterpolate411()
sotto i comandi AviSource o DirectShowSource rispettivamente

3.1.2 EclCCE

EclCCE è un buono strumento fornito da RB che migliora le capacità di CCE, per esempio abilita la versione trial di CCE per salvare i files ECL (impostazioni del progetto). Ma l'aggiunta che apprezzo di più è l'integrazione dell'opzione di spegnimento, così puoi far spegnere il computer quando avrà finito la procedura di encoding.

3.1.3 Impostazioni CCE

Avvia EclCCE (o direttamente CCE). Apri il file AVS che hai creato nel passo 3.1.1 cliccando col tasto destro sulla finestra CCE e selezionando Add. L'AVS appare nella finestra CCE. Fai doppio clic nella nuova entrata per cambiare le impostazioni di enconding:

Puoi usare MPEG-2 (ES, One-pass VBR) se il video che vuoi encodare non è molto lungo, non hai vincoli di dimensione e vuoi risparmiare tempo durante la compressione. In questo caso seleziona un fattore Q di 60 o anche meno - Io uso spesso 40.

Di solito vorrai avere un file di dimensione stabilita con la massima qualità possibile. Scegli allora MPEG-2 (ES, Multipass VBR), imposta il bitrate calcolato come average bitrate e imposta minimum e maximum bitrate a 2000 e 8500 rispettivamente. Usa almeno 2 passate (passes NdT); 3 passate è ancora meglio ma spesso inutile.

Imposta l'aspect ratio corretto, 4:3 per la maggior parte di sorgenti DV, 16:9 se hai registrato in modalità 16:9. Non processare l'audio in CCE (useremo BeSweet per una miglior qualità).

In Video settings seleziona DVD video compliant, e deseleziona Upper field first (la correzione dell'ordine dei campi è eseguita dallo script AviSynth).

Nel menù che apparirà quando avrai cliccato il pulsante Quality, deseleziona Low pass filter, Effect restricted vertical filter, e Dithered quantization. Io lascio Flat Part Priority al valore predefinito 16. Imposta Intra block DC precision a 9 o 10 bits. Per le sorgenti interlacciate imposta Block scanning order a Alternate. Per sorgenti progressive seleziona Zigzag e attiva Progressive frame flag.


 

Per maggiori in formazioni sulle varie impostazioni di CCE, consulta CCE guide. CI sono altre guide per CCE 2.50, CCE 2.67 e CCE Basic, ma ricorda le impostazioni specifiche per DV (block scanning order, progressive / interlaced e il field order)

3.2 TMPGEnc

È molto semplice usare TMPGEnc per conversioni da DV a DVD. Avvia l'encoder, annulla l'uso del wizard (se è il caso), e apri il file DV type-1 o type-2 col pulsante Browse vicino al campo Video source. Il tuo file AVI sarà automaticamente caricato anche nel campo Audio source e verrà suggerito un Output file name.

Ora creeremo dei flussi (streams nel testo originale NdT) come inpit per il programma di authoing DVD. Nel riquadro Stream type seleziona ES Video+Audio se vuoi creare un file MP2 in TMPGEnc (saltando così il passaggio di BeSweet spiegato sopra). clicca su load e apri un template (modello NdT), sia questo DVD (PAL).mcf o DVD (NTSC).mcf.

Clicca sul pulsante Settings per altre opzioni. Avendo tu caricato un template, molte opzioni non sono disponibili. Se per qualche motivo vuoi cambiarle, carica il template unlock.mcf, che troverai nella subdirectory Extra. Comunque in questa guida non ne faremo uso.

Guardiamo per prima cosa la scheda Video. Puoi lasciare l'impostazione Rate control mode al valore predefinito (Constant Quality, quality factor 65, min. bitrate 2000 kbps, max. bitrate 8000 kbps). Se hai bisogno di adattare il tuo filmato a una dimensione data, seleziona 2-pass VBR(VBR) e clicca sul pulsante Settings vicino a rate control mode. Calibra Average bitrate secondo le tue esigenze.

Encode mode deve essere impostato secondo il tipo di sorgente. Se è interlacciato, seleziona Interlace; se è progressivo, seleziona Non-interlace.

Lascia DC component precision a 9 bits oppure impostalo a 10 bits.

Motion search precision ha un largo impatto sulla qualità finale ma anche sul tempo necessario alla codifica. Motion estimate search (fast) è un buon compromesso tra qualità e velocità. Se vuoi avere la massima qualità possibile seleziona High quality (slow) o addirittura Highest quality (very slow). Ma attenzione: la sessione di encoding potrà durare parecchie ore!

Spostati sulla scheda Advanced. Imposta Video source type secondo la tua sorgente (dovrà essere uguale a Encode mode sulla scheda Video.

Field order è solo per le sorgenti interlacciate. DV dovrebbe essere Bottom field first (field B), a meno che tu non abbia una sorgente strana...
Su Source aspect ratio imposta 4:3 o 16:9, ciò dipende sempre dalla tua sorgente. Per esempio io uso 16:9 625 line (PAL) per le registrazioni in 16:9 e 4:3 625 line (PAL) per le registrazioni in 4:3.

Seleziona anche Full screen (keep aspect ratio) come Video arrange Method.

In questo passo puoi anche attivare dei filtri. Lascio questo argomento ai tuoi esperimenti.

Dato che non faremo cambiamenti nella struttura del GOP o nelle matrici di quantizzazione, salta alla scheda Audio (che non sarà presente se selezioni come stream type ES (Video Only)). Qui puoi cambiare il bitrate dell'audio se usi TMPGEnc per encodare la traccia audio.

Dài conferma alla finestra di dialogo a schede col pulsante OK, quindi clicca su Start in alto a sinistra e aspetta che TMPGEnc abbia finito.

Per maggiorni informazioni su TMPG, consulta questa guida.

3.3 Canopus ProCoder

Avvia ProCoder. Nella scheda Source aggiungi il file DV che vuoi encodare. Una volta aperto il file, vedrai Source Parameters sulla destra che contiene informazioni sui flussi video e audio. La sola cosa che potresti decidere di cambiare qui è l'impostazione Aspect Ratio, che per impostazione predefinita è 4 x 3 ma deve essere cambiata a 16 x 9 per sorgenti 16:9.
Vai alla scheda Target e clicca su Add. Si aprirà la finestra Add Target, seleziona la scheda VCD/DVD. Seleziona il template appropriato, sia questo MPEG2 - DVD PAL, o MPEG2 - DVD NTSC. Dài conferma cliccando su OK.

I Target Parameters sono tutte le impostazioni che puoi cambiare prima di cominciare la conversione. Per prima cosa vorrai cambiare Base Name e Path, che specificano i nomi dei files e la posizione dei files di output (video e audio). Sotto Stream Type, assicurati che MPEG2 Video + Wave file sia selezionato.

Interlacing di solito è impostato su Lower/Odd field first, a meno che la tua sorgente non sia progressiva. In questo caso seleziona Non-Interlaced. Imposta Video Aspect Ratio a 4:3 o 16:9, a seconda che tu abbia registrato il tuo video digitale in modalità 4:3 o 16:9. E c'è anche l'impostazione Pixel Aspect Ratio, che deve essere impostato a una delle entrate D1 (D1/DV NTSC, D1/DV NTSC 16:9, D1/DV PAL, or D1/DV PAL 16:9), a seconda del formato del tuo video e se è stato registrato in 4:3 o 16:9.

Sotto Speed/Quality puoi selezionare Highest Quality. Se non ti preoccupa il tempo di elaborazione Mastering Quality può dare risultati leggermente migliori.

CBR/VBR Type deve essere impostato a VBR 1-pass o VBR 2-pass. Il secondo ha bisogno del doppio del tempo di elaborazione ma raggiungerai meglio il bitrate specificato, quindi la dimensione del file sarà prevedibile. Dato il medesimo (avarage) bitrate VBR 2-pass raggiunge qualità migliori. Devono essere impostati due video bitrates: Video Bitrate(kbps) è il bitrate che hai calcolato all'inizio del passo 3, mentre Max. bitrate(kbps) specifica il limite per l'encoder. Imposta quest'ultimo a 8000.

Ci sono molte altre opzioni disponibili se clicchi sul pulsante Advanced, e puoi aggiungere filtri sul video e sull'audio. Da principiante puoi lasciare senza problemi tutto così com'è, ma naturalmente considerati invitato a sperimentare! per esempio se hai registrato a 24 fps avrai bisogno di aggiungere il filtro Video Pulldown.

A questo punto vorrai salvare il tuo profilo ;-) Puoi anche creare le cosiddette droplets, ma ti invito a cercare da solo come farlo :-)

Da ultimo vai sulla scheda Convert, clicca sul pulsante Convert e fatti un caffè. Alla fine avrai un file video m2v (detto MPEG-2 elementary stream) a un file audio WAV.

Un ringraziamento speciale a Dali Lama per l'ispirazione!

3.4 MainConcept MPEGEncoder

Avvia MainConcept MPEG Encoder (MPE in breve). Apri il tuo file DV cliccando sul pulsante Open a fianco del campo Video source. Tra i tipi di files supportati da MPE ci sono i DV type-1 / type-2 e gli script AvuSynth (files AVS). Appena avrai aperto il file video, MPE ti mostrerà lo stesso file in Audio source e ri suggerirà un file di output.

Puoi verificare le proprietà del file nei riquadri Video input info e Audio input info. In Output format seleziona MPEG type su DVD e Video mode secondo le tue esigenze, sia questo PAL o NTSC. Se vuoi audio MPEG-1 Layer II, puoi lasciare che MPE crei l'audio assieme al video. Dato che dopo eseguirai l'authoring del DVD, sarà meglio selezionare Stream Type su Elem. Video and Audio, non Program (Video+Audio). Se vuoi codificare l'audio separatamente, seleziona Elementary Video qui, e l'estensione del file di output sarà cambiata automaticamente a .mpv.

Ora clicca sul pulsante Details per impostazioni dettagliate. Qui puoi cambiare la dimensione del video, che dovrai tenere a 720x576 per il PAL e 720x480 per NTSC. Puoi tagliare e ridimensionare il video, se lo desideri, ma penso che questo serva più che altro per le fonti analogiche. Un'impostazione importante è 2-pass encoding, che vorrai selezionare per la migliore qualità a bassi bitrate. Dubito che vedrai degli effetti a parte il raddoppiamento del tempo di elaborazione se andrai su bitrate superiori a 6000 kbps, in generale l'encoding in due passate darà miglior qualità a un bitrate dato.
Imposta Frame rate a 25 per PAL e a 29.97 per NTSC. La maggior parte delle videocamere digitali non hanno un'opzione "progressive scan", quindi dovrai selezionare Field encoding a Bottom Field First. Se il tuo video DV è progressivo, qui dovrai selezionare Progressive Frame.

Le schede Search method e Search range ti permettono di modificare la "motion estimation search" e l'approfondimento di questa. Più sposti l'indice sulla destra più sarà precisa la motion estimation (valutazione del moto NdT) (e quindi migliore la qualità), ma questo aumenterà anche il tempo di elaborazione. I valori predefiniti vanno benissimo ma puoi anche provare ad alzarli per migliorare la qualità MPEG-2.

Se codifichi l'audio, le impostazioni dovrebbero essere corrette automaticamente (48000 Hz, Stero). Non dovresti abilitare "file splitting" (divisione del file NdT) nel riquadro Muxer.



Approfondiamo nella struttura delle finestre di dialogo di MPE cliccando su Advanced. Qui puoi trovare un vero El Dorado per gli smanettoni, ma sorprendentemente troverai anche degli importanti settaggi di base.

Nella scheda Video Settings seleziona l'Aspect ratio appropriato, cioè l'aspect ratio che hai impostato nella videocamera quando hai filmato. Selezionerai, a seconda dei casi, 4:3 Display o 16:9 Display, quest'ultimo per il video anamorfico. Se la tua videocamera supporta solo il formato 16:9 "letterbox" dovrai probabilmente selezionare l'opzione 4:3. Non modificare le impostazioni della struttura del GOP e otterai dei video MPEG-2 nello standard DVD.

Puoi impostare Bitrate type sia su Variable bitrate che su Constant bitrate, indipendentemente che tu scelga la codifica in due passate o no. L'opzione bitrate variabile vuole un bitrate massimo, minimo e medio. Suggerisco di lasciare massimo e minimo ai valori predefiniti di 8000 kbps e 2500 kbps rispettivamente. Puoi impostare un bitrate massimo più alto, ma può creare problemi nell'authoring e nella riproduzione del DVD più avanti, a seconda del software e del lettore DVD da tavolo (e anche del disco) che userai. L'impostazione più importante è l'Average (kbps), perché è da questa che dipende la dimensione del file che otterrai, quindi impostalo al valore che hai calcolato. Lascia Rate control mode al valore predefinito, cioè Mode 1.

La scheda Advanced Video Settings ha altre impostazioni con cui giocare: puoi saltare da Noise sensitivity a Noise reduction cliccando sul pulsante NR e provare diversi valori, che possono migliorare riprese notturne molto rumorose. Non tratterò di tutte le impostazioni qui, ma ce n'è una utile specialmente per l'encoding di DV: vorrai selezionare Input video is RGB16-235 se il tuo codec DV riduce il range di colori e dài in input video RGB all'encoder. Puoi verificare questo con l'istogramma di VirtualDub, ma ricorda che questa impostazione ha effetto solo se la sorgente è RGB, per esempio convertito in AviSynth o con un altro frameserver, quindi normalmente non dovresti preoccuparti di questa impostazione.

Conferma tutte le impostazioni con i pulsanti OK e clicca Convert nella finestra principale. Ora tutto ciò di cui hai bisogno è pazienza finché l'elaborazione sarà completata. Il MainConcept's MPEG Encoder è piuttosto veloce, quasi quanto il CCE, quindi il coffee-break non durerà troppo a lungo.

4. Authoring del DVD

Diversi programmi di authoring DVD sono disponibili sul mercato. Assicurati di sceglierne uno che possa importare i tuoi files video e audio senza ri-encodarli. Per esempio DVDlab è una buona scelta perché costa poco, puoi importare il video, l'audio MP2 e anche AC3 senza ri-encodarli.

Il processo di creare i menù e la struttura del DVD dipende molto dal programma di authoring usato, quindi non tratterò questo argomento. Programmi economici spesso usano un approccio "VTS Singolo", cioè tutti i files video e audio vengono assemblati ("mux" nel testo originale NdT) in un singolo capitolo video. Di conseguenza dovrai assicurarti di usare lo stesso tipo di audio in tutti i clips (se ne vuoi mettere più di uno in un DVD). Per una lista comprensiva di guide sull'authoring di DVD, clicca qui.


Ogni commento è gradito. bb

 

Questo documento è stato aggiornato il October 7, 2004
Questo documento è stato tradotto il 4 Ottobre 2004 da Andrea Falco