Force Film, IVTC, e Deinterlacciamento - Che cosa cerca di dirci DVD2AVI e cosa possiamo farci noi.

 

Indice dei contenuti

1: Glossario
2: Interlacciamento - Deinterlacciamento
3: Suggerimenti su DVD2AVI
4: Guida tecnica a DVD2AVI
5: GordianKnot, DVD2AVI, IVTC, e il Deinterlacciamento
6: IVTC per NTSC
7: PAL: Il Buono, il Brutto e il Cattivo
8: Links

Leggiamo sempre le stesse domande che chiedono di spiegare che cosa ci dice DVD2AVI, e soprattutto cosa farci con queste informazioni. Questa è la parte difficile. Ma allo stesso tempo è anche importante. La vostra codifica infatti può venire bene oppure essere completamente rovinata dalle vostre scelte fatte all'inizio durante la creazione del vostro progetto *.d2v e del vostro script *.avs.

La parte principale di questa guida è stata scritta da hakko504. Dopo essere stata pubblicata e resa "sticky" nella sezione di DVD2AVI, molta gente, evidentemente con le idee non completamente chiare, ha rivolto altre domande alle quali hakko504 ha sempre risposto con gentilezza e pacatezza. Ma con l'aumentare delle domande, il post "sticky" diventava enorme ed estremamente difficile da consultare.

È stato ripulito e riscritto da capo, grazie anche ai contributi di jggimi e di manomo, con la speranza che tutte le domande (o per lo meno le più importanti) riguardo i formati video abbiano una risposta.

La maggior parte delle informazioni verranno applicate a materiale NTSC. Ma ci sarà anche una sezione dedicata a coloro che usano il PAL che li aiuterà nelle loro sofferte decisioni. Gran parte delle informazioni inoltre, valgono per gli utenti di Gordian Knot, dal momento che la sua procedura comprende sia DVD2AVI sia AviSynth.

Incominciamo con il contributo principale di hakko504.

PICCOLO VOCABOLARIO


FILM è materiale fotografico creato appositamente per il cinema. Viene creato in origine a 24 frames/secondo e deve essere convertito in video, oppure tramite processo di Telecine, per essere visto su una TV NTSC.


NTSC è un contenuto video prodotto per TV usate prevalentemente in Nord e Sud America e nell'Asia dell'Est. Normalmente, solo i telegiornali e gli spettacoli sportivi, oltre a qualche sporadica serie TV, sono prodotti come NTSC puri e gli apparecchi NTSC statunitensi utilizzano 59.94 mezzi-frames, o campi (fields), al secondo e 525 linee orizzontali per frame o 262.5 per campo (field). In generale, vengono usate 485 linee per visualizzare l'immagine o 242.5 per ogni campo che compongono il frame. Le linee rimanenti sono usate per delimitare i contorni dei frame (frame boundaries), la sincronizzazione e per altre informazioni quali il teletext e il closed caption (ovvero, delle porzioni di testo nascoste che viaggiano, in genere, lungo la linea 21 del segnale) Per altre informazioni su campi e frames, fate riferimenti ai links in fondo a questa pagina. DVD creati con video camere ma ANCHE quelli su cui è stato effettuato un processo errato di telecide, oppure materiale che è stato creato dopo che l'operazione di telecide era già stata effettuata, verranno mostrati come NTSC da DVD2AVI nella sua finestra di status.

PAL è un formato TV europeo che usa 50 mezzi-frames, o campi, al secondo. Le televisioni PAL hanno un numero di linee più elevato, ovvero 625. Ma anche qui, siamo davanti ad una situazione di overhead, infatti PAL utilizza soltanto 575 linee orizzontali per l'immagine nel frame o 278.5 per campo. Per vedere materiale FILM creato a 24 fps su un sistema PAL a 25 fps si applica un processo che riduce la velocità del filmato, oppure si applica una speciale forma di telecide.

MPEG è un formato di compressione per audio e video. Ne esistono 3 varianti, MPEG-1, MPEG-2 e MPEG-4. MPEG-1 è quello più vecchio ed è stato creato per essere usato nei VCD (VideoCD). MPEG-2 è un'estensione di MPEG-1 creata per la trasmissione ad alti bitrate, come per esempio i DVD. MPEG-2 ha anche una maggiore compressione video rispetto ad MPEG-1. MPEG-4 è stato creato per lo streaming via web dove è richiesta una maggiore compressione. È molto più flessibile di MPEG-1/2 Viene al momento usato da DivX, XviD, QuickTime 6 e da molti altri formati. Tutti i formati MPEG richiedono una risoluzione multipla di 16 per una migliore compressione. Unendo insieme le caratteristiche dei formati PAL e NTSC, la risoluzione verticale è stata fissata in 480 linee per NTSC e 576 per PAL. La risoluzione orizzontale di 720 linee invece è stata giudicata più che idonea per visualizzare immagini ad alta qualità. Quando sono state emanate le specifiche del VCD si pensava che una risoluzione di 720x480x29.97/720x576x25 pixel/fps non avrebbe effettuato una buona compressione a bassi bitrate, ed è stato deciso che un'immagine contenente la metà di risoluzione sia in altezza che in larghezza avrebbe dato risultati migliori del nuovo tipo di nastro VHS (il VCR). VCD così usa una risoluzione di 352x240/288 pixel. D'altra parte, il DVD ha a disposizione un bitrate sufficiente per poter sfruttare tutta la risoluzione di 720x480x29.97  o 720x576x25 date dalle specifiche per MPEG-2. Da questa piccola spiegazione, potete immaginare da dove deriva la risoluzione orizzontale di 480 pixel per un SVCD. Usando la metà del bitrate medio e 2/3 della risoluzione verticale, la perdita di qualità è sempre accettabile, e il risultato qualitativo è sempre migliore rispetto al VHS.


TELECINE è il processo attraverso il quale materiale FILM viene prima rallentato a 23.976 frames/secondo. Dopo, ogni 4 frames, viene creato un frame extra dai campi dei frames adiacenti. Se un frame è composto da due campi,, top (t) [superiore] e bottom (b) [inferiore], e la sequenza originale è 1t1b 2t2b 3t3b 4t4b, la sequenza alla quale è stato applicato il processo di telecine sarà 1t1b 2t2b 2t3b 3t4b 4t4b (questo processo viene chiamato 2:3 pulldown per l'alternanza di 2 campi precedenti e 3 successivi). Questo comporta un aumento del framerate a 29.97 frame/secondo.

FORCE FILM è il metodo che DVD2AVI utilizza per invertire il processo di telecine. È una funzione molto semplice ma che purtroppo fallirà se nel segnale è presente troppa spazzatura o robaccia (per esempio, nelle sorgenti NTSC). Potete notarlo nella finestra di anteprima del programma dove il valore che restituisce a video varia tra un NTSC xx% e FILM xx%. Se il valore finale è FILM 95% o inferiore, oppure NTSC 5% o superiore, dovete usare altri metodi per effettuare l'Inverse Telecine, o IVTC che dir si voglia. Ci sono molti metodi, per esempio TMPEGEnc, oppure Avisynth insieme a vari plug-in esterni quali GreedyHMA, Decomb, IVTC2.2, o IVTC4.


INTERLACCIAMENTO è l'utilizzo di due mezzi frames (campi) invece che un unico frame. I due campi vengono mostrati leggermente sfalsati temporalmente in modo che le linee 1,3,5.... (insomma, quelle dispari) provengono dal primo campo mentre le linee 2,4,6... (quelle pari) provengono dal secondo campo. La maggior parte delle TV mostra l'immagine nello stesso modo, ovvero prima il campo 1 e poi il campo 2. I monitor per computer invece mostrano tutti e 2 i campi contemporaneamente, questo comporta l'utilizzo di tecniche di deinterlacciamento su materiale interlacciato. Le seguenti immagini mostrano a sinistra una immagine interlacciata e a destra la stessa immagine ma deinterlacciata attraverso il processo di blending:

DEINTERLACCIAMENTO è il processo per rimuovere gli effetti di interlacciamento dall'immagine. La (breve) lista che segue mostra alcuni dei metodi di deinterlacciamento ed i loro pro e contro:

SmoothDeinterlacer
+ Buona qualità con un poco lavoro
+ Disponibile soltanto la soluzione con true smartbob (opzionale)
0 Possibilità di scegliere tra blending e interpolazzione
- crea files grandi
- Non (ancora) disponibile per YV12

GreedyHMA
0 Qualità discreta e file non troppo grandi
- Non più sviluppato
- Non disponibile per YV12

TomsMoComp
+ File di piccole dimensioni, molto comprimibile
- Sfuoca troppo tutta l'immagine. L'effetto può non essere sempre desiderato.
- Ha ancora una serie di piccoli bug da eliminare che creano artefatti

FieldDeinterlace
+ Buona qualità possibile dopo un tweaking accurato
+ Solo deinterlacciatore che può essere settato frame per frame
0 Possibilità di scelta tra blending e interpolazzione
- Richiede un tweaking accurato, altrimenti la qualità ne risente molto
- Tendenza a creare files di grandi dimensioni

VerticalReduceBy2()
+ Veloce
0 Tendente a creare ghosting o blending
- Deinterlaccia qualunque parte dell'immagine
- Dimezza la risoluzione: non deve essere usato per risoluzioni finali grandi perché tende a creare effetti di shimmering.

Separatefields().SelectEven() (aka FastDeinterlace in GKnot 0.27)
+ Veloce
+ Non crea artefatti (con le eccezioni elencate di seguito)
- Deinterlaccia tutte le parti dell'immagine
- Dimezza la risoluzione: non deve essere usato per risoluzioni finali grandi perché tende a creare effetti di shimmering.

BlendFields()
+ Abbastanza veloce
0 Tendente a creare ghosting o blending
- Deinterlaccia tutte le parti dell'immagine

PROGRESSIVO quando un'immagine è composta da un solo frame e non è interlacciato.


ASPECT RATIO è previsto in 2 varianti per il DVD, 4:3 e 16:9. 4:3 è il rapporto normale per TV e monitor da computer. 16:9 è chiamato (anamorfico) widescreen è viene usato nelle TV di nuova generazione.


PIXEL ASPECT RATIO la risoluzione orizzontale divisa per quella verticale e l'aspect ratio. Esempio: un monitor per PC a 4:3 con risoluzione di 1024x768. In questo caso il Pixel Aspect Ratio è 1024/(768*4/3)=1, ovvero i pixel sono quadrati. Per un TV PAL widescreen diventa 720/(576*16/9)~=0.7 ovvero i pixel sono più larghi che alti. Fate attenzione, questa definizione è l'opposto rispetto a quella dell'Aspect Ratio


LETTERBOXING l'aggiunta di bande nere ad un video in 16:9 per farlo visualizzare come se fosse in 4:3.


ALCUNI SUGGERIMENTI PER CAPIRE COSA CI DICE DVD2AVI

AD UNA SORGENTE VERAMENTE INTERLACCIATA NON SI PUO' APPLICARE IVTC Sfortunatamente per noi, DVD2AVI non riesce a distinguere tra un cattivo telecine e un interlacciamento fatto per bene. Appaiono tutti e 2 nella finestra delle statistiche come NTSC. Un modo per trovare quale sia realmente il tipo di filmato con cui stiamo lavorando è quello di usare DVD2AVI per trovare approssimativamente la parte NTSC del film. Usate quindi questo script *.avs per controllare i frames in VIrtualDub:


LoadPlugin("mpeg2dec.dll")
LoadPlugin("Decomb.dll")
MpegSource("clip.d2v")
Telecide(post=false)

Dovete osservare una immagine interlacciata. la maggior parte si presenteranno con i bordi delle figure non continue, o dentellati (jagged edges), o con le linee orizzontali sfalsate nelle scene di movimento. Se ne trovate soltanto 1 (ma anche 2) con intervalli lunghi e regolari di immagini progressive (non interlacciate), insieme a dei frames ripetuti (1 su 5), allora potete usare l'IVTC senza alcun problema.

Però, se in ogni frame trovate segni di interlacciamento dovete usare un vero deinterlacer. C'è un articolo molto completo scritto da robshot ed ospitato su questo sito sul telecine, ma sfortunatamente senza immagini (link in fondo). Anche tra le pagine di Nicky potete trovare informazioni utili sull'argomento di questa guida (link in fondo). Il sito di Nicky è anche un'ottima risorsa per informazioni sui fondamenti del DVD, scritto molto bene e con immagini interessanti. Sfortunatamente, non lo mantiene più e di conseguenza molte di quelle informazioni sono ormai vecchie e da aggiornare (ci sono anche un po' di errori, ma nessuno è perfetto).


Quella che segue è una breve guida tecnica al modo interno di lavorare di DVD2AVI scritta da Donald Graft (neuron2). Gran parte di questo va oltre quello che un principiante alle prime armi può comprendere, ma spiega in dettaglio alcuni dei messaggi che DVD2AVI ci illustra e può aiutarci a determinare quando è possibile usare senza problemi la modalità Force Film:


L'unico caso in cui potete usare FORCE FILM senza nessun problema è quando i numeri nel file D2V hanno un ciclo regolare come questo:

...0 1 2 3 0 1 2 3 0...

Questa è la classica firma del pulldown 3:2, che DVD2AVI legge come "FILM". Può accadere, ed è perfettamente lecito che ciò accada, che i numeri 0 e 2 vengano ripetuti un numero arbitrario di volte. Ad esempio (elimino gli spazi tra un numero e l'altro per comodità):

...01230123000000000000000001230123...
...012301222222222222301230123...

Le sezioni continue di 0 e 2 non sono sezioni di pulldown 3:2, ovvero sono parti "NTSC" come DVD2AVI riporta. Ma che cosa sono di preciso? Beh... in pratica non sono assolutamente niente! Queste sono alcune mie considerazioni di come ho identificato queste sezioni:

1. Sequenze statiche in cui viene duplicato un frame ogni 5 per raggiungere il valore di 30 fps, invece che duplicare 2 campi ogni 10 (e funziona perfettamente in quanto la scena è statica). È molto comune.

2. Materiale a 30 fps (interlacciato e con una nuova immagine in ogni campo). Effetti speciali, animazioni, crediti, video, eccetera.

3. 3.2 pulldown "Hard". Ovvero una sequenza con firma chiara di un pulldown 3:2 (N.D.T: e quindi non interlacciata) ma che è stata encodata come interlacciata (quindi il pulldown è stato applicato PRIMA della compressione MPEG). Troverete spesso film che hanno subito un pulldown "Hard"; potete applicare l'IVTC dopo che avete selezionato di NON USARE la modalità FORCE FILM, ma non la potete utilizzare da sola (N.D.T.: la modalità FORCE FILM, non l'IVTC).

4. Piccole variazioni nella parte di flag ripetuti continuamente. L'impronta caratteristica del pulldown 3:2 continua ad essere presente ma i punti ripetuti mancano completamente (i valori di 1 e 3 riportano che il flag ripetuto è attivo e presente).

5. Altri casi che non sono riuscito ancora ad individuare, ma anche una combinazione di tutti i casi che ho spiegato poco sopra in un unico filmato!

Se il vostro progetto D2V è formato da un ciclo 01230123 e con i valori di 0 e 2 che appaiono soltanto nelle scene statiche, allora potete usare tranquillamente FORCE FILM. Questo è il normale comportamento di DVD2AVI che ci mostra una percentuale di 95% o più di filmato in modalità FILM che ci permette (appunto) di usare la modalità FORCE FILM.

Se i valori 0 e 2 non appaiono soltanto in scene statiche vi ritroverete dei frames combinati (combed) se usate la modalità FORCE FILM. Questi frames possono essere corretti con il postprocessing di FieldDeinterlace(), ma alcuni questi potrebbero essere anche frames progressivi che potete correggere con Telecide() (se non usate FORCE FILM).

Infine, l'uso combinato di FORCE FILM e del postprocessing di FieldDeinterlace() permette di accettare senza problemi la decimazione di queste stupide e fisse serie di 0 e 2. Decimate() esegue (in genere) un lavoro migliore per tutto questo.

Mi dispiace soltanto che questa spiegazione non sia di facile lettura e comprensione per chi è alle prime armi. Sono argomenti complessi. Spero però che siano lo stesso di aiuto per una comprensione migliore sulle possibilità o meno di usare FORCE FILM.

Ho chiesto a Donald se era possibile tradurre in qualche modo tutta la mole di informazioni incomprensibili che DVD2AVI ci mostra in qualcosa di più chiaro. In particolare, volevo sapere quali frames contengono i valori di zero e due, per capire meglio se usare o no la modalità FORCE FILM. Questa è la sua risposta:

Scaricate ParseD2V (link in fondo). Estraete l'eseguibile. Lanciate il programma da una finestra DOS con il seguente comando:

ParseD2V Movie.d2v >log (con uno spazio tra ParseD2V e Movie.d2v e log, "Movie" deve contenere il nome del progetto che state usando ovviamente)

Adesso potete spulciare per bene il file di log e vedere il numero dei frames. Se trovate scritto accanto al numero "Pattern Break" allora siamo al di fuori del pulldown 3:2, se invece questa dicitura non è presente siamo dentro le regole del pulldown stesso. Il numero di frame si riferisce a quello che ottenete da una sorgente NON FORCE FILM, quindi analizzate il vostro VOB in maniera incrociata con il file di log.

Dopo aver analizzato un po' di questi file di log, sono giunto alla conclusione che i frames marcati come "Pattern Break" sono in genere frames neri oppure statici. Se però sono presenti scene di movimento, e usate la modalità FORCE FILM, potete ritrovarvi con video non puliti e/o ancora interlacciati nel vostro output.


A volte concetti particolarmente difficili risultano più comprensibili se vengono ripetuti più volte, magari con modi diversi. Ci sono alcune aggiunte rispetto a quello che ha scritto jggimi, ma vale assolutamente la pena rileggersi certe cose. Gran parte di questa sezione è dedicata agli utenti di Gordian Knot.



GORDIAN KNOT, DVD2AVI, IVTC E DEINTERLACCIAMENTO

LEVEL SETTING un film 35mm è a 24fps, mentre un video NTSC è a 29.97fps.


Il processo che trasforma un film 35mm in un video NTSC aggiunge ~6 frames al secondo. Questo processo si chiama Telecine. Il grafico riportato nella definizione di hakko504, sopra, ci mostra come vengono creati questi nuovi frames. Potete leggere anche l'eccellente descrizione di robshot se volete approfondire ulteriormente l'argomento (link in fondo alla pagina).


IVTC è l'abbreviazione per Inverse Telecining. Quando viene eseguito correttamente, elimina i 6 frames extra. Il video finale avrà un framerate di 23.976fps.


USARE DVD2AVI.
Materiale che viene riconosciuto come FILM da DVD2AVI ha subito un processo di Telecine. Usate FORCE FILM come metodo per effettuare l'IVTC.


A volte, anche materiale che ha una percentuale di FILM bassa oppure nulla ha subito un processo di Telecine. e questo lo potete capire soltanto esaminando frame per frame. Fare un analisi è una cosa molto critica, perché non si deve applicare l'IVTC a materiale NTSC che non ha subito il processo di Telecine, ma va deinterlacciato in modo tale da rimanere con i canonici 29.97 frames al secondo.

Il metodo più semplice per effettuare questa analisi dei frames è quello di creare un progetto con l'opzione FORCE FILM disabilitata. Scegliete una scena di movimento e usate i tasti [ e ] in DVD2AVI. Aprite il file .d2v con Gordian Knot ed avanzate frame per frame. Se vedete degli artefatti da interlacciamento in 2 frames su 5, state guardando un filmato a cui è stato applicato il Telecine.


LEADERS. Avete mai notato che su molti dischi, all'inizio dell'analisi vi ritrovate con dei frames marcati come NTSC e arrivate alla fine con una percentuale di FILM pari al 99%? Spesso, i loghi delle case produttrici e dei leader di distribuzione sono in formato NTSC. Per evitare di essere ingannato da loro, in genere inizio la mia anteprima dopo quest "Leaders", usando il pulsante [, e cerco di raggiungere il 100% di FILM. Se non ci riesco probabilmente ci sono all'interno del film stesso un set di frames strani, non certo per la presenza di "Leaders", che ho eliminato in precedenza. Se sono soltanto i frames dei "Leaders" quelli che risultano senza Telecide, usate senza problemi l'opzione FORCE FILM.

SELEZIONARE L'IVTC. Ci sono 4 metodi per effettuare l'IVTC con Gordian Knot:


1. FORCE FILM in DVD2AVI quando il materiale è di tipo FILM. Il progetto .d2v correggerà automaticamente il framerate al valore di 23.976 fps e ricreerà il giusto ordine dei frames (progressivo).

Gli altri tre metodi utilizzano filtri che analizzano individualmente ogni frame. Assicuratevi di usare la scheda "IVTC in avs -> correct Frame Count" così da far calcolare sempre a Gordian Knot l'inizio dei credits, il framerate e tutto il resto in maniera corretta. Gordian Knot abiliterà la scheda in questione solo se avete selezionato l'opzione 2. Se usate invece le opzioni 3 e 4, iniziate con l'opzione 2, e modificate a mano lo script .avs prima di iniziare l'encoding.

2. Selezionate IVTC nella finestra "Save & Encode". Verrà attivato il pacchetto di filtri di Decomb, con i filtri Telecide e Decimante. Cambiate le opzioni di Decomb e testate il vostro script prima di effettuare l'encoding.

3. Potete abilitare manualmente il filtro GreedyHMA (il file .dll) rimuovendo i "#" all'inizio delle due righe del file .avs che Gordian Knot ha creato, trasformando un commento in un comando dello script da eseguire.

4. Usare un'altro filtro AviSynth, come IVTC2.2, che potete trovare nella sezione Downloads di questo sito.


SELEZIONARE IL DEINTERLACCIAMENTO. Se il film risulta interlacciato, ma non gli è stato applicato il Telecine (video, oppure un ibrido composto da video e film) ci sono 3 modi per agire con Gordian Knot:


1. Usare Fast Deinterlace, che riduce della metà la risoluzione verticale
2. Usare Field Deinterlace, che unisce, mescola (blend) i pixel per eliminare gli artefatti di interlacciamento
3. Usare un'altro filtro AviSynth, come ad esempio Telecide.

La scelta tra questi tre metodi dipende solo da cosa dovete encodare. Dovete per forza fare prove con i vostri script .avs per scegliere quale sia la soluzione migliore per voi di volta in volta..


Sarà complicato, ovviamente. Il contributo di manono include alcuni consigli generali per gli encoding di materiale NTSC. Contiene anche dei suggerimenti per materiale particolare, tipo Anime, ibridi di film e video, e anche per i vecchi film muti girati con framerate inusuali per noi. Alla fine, hakko504 si rivolge agli utenti di area PAL che ci seguono.



CONSIGLI SU IVTC


PER UTENTI DI AREA NTSC: USATE FORCE FILM QUANDO POTETE, IVTC QUANDO NON POTETE E DEINTERLACCIATE QUANDO NON POTETE FARE ASSOLUTAMENTE NIENTE.


FORCE FILM La maggior parte delle guide vi consiglia di usare FORCE FILM quando la percentuale di FILM è uguale o superiore al 95%. Avete mai provato a fare un encoding di un film con FORCE FILM attivato e la percentuale al 99% ? Io sì, molte volte. Non è assolutamente detto che FORCE FILM lavori perfettamente a meno che il contenuto non sia proprio FILM (ovvero 100% FILM). Possono rimanere dei frames interlacciati o il video può apparire a scatti in alcuni punti. Questi frames rimasti interlacciati possono trovarsi all'inizio del film, e più precisamente nei loghi degli studios oppure in parti che sono state editate dopo il processo di Telecine. La maggior parte delle volte FORCE FILM svolge egregiamente il suo compito quando ci troviamo con percentuali così alte, ma non sempre è così. Quando siete nel dubbio, create un progetto .d2v con No Field Operation (29.97fps) e usate i seguenti parametri:

Telecide(Guide=1,Post=False)
Decimate(Cycle=5)

Usando Post=False verrà disabilitato il deinterlacciatore e la velocità di encoding aumenterà considerevolmente (non dimenticatevi di caricare anche il plug-in Decomb nel vostro .avs). Oppure, potete far fare il tutto al vostro deinterlacciatore. Un altro metodo alternativo è quello abilitare FORCE FILM e usare la seguente riga nel vostro .avs, FieldDeinterlace(Full=False). In ogni caso, materiale video che mostra meno del 95% di FILM (oppure valori maggiori di 5% se NTSC) non deve essere trattato con il metodo FORCE FILM, ma si deve invece eseguire l'IVTC


IVTC O DEINTERLACCIAMENTO? Come hanno detto hakko504 e jggimi in precedenza, il fatto che DVD2AVI ci mostri che il nostro filmato sia interlacciato o che sia 100% NTSC non vuole assolutamente dire che ci troviamo di fronte a materiale che ha subito un deinterlacciamento puro (fate riferimento al Punto 3 della guida tecnica di DVD2VI). Per l'appunto, in molti di questi casi possiamo applicare l'IVTC. E allora, chi ci può dire quale metodo scegliere? Guardate i frames. E come faccio? Create il vostro file .d2v con abilitata l'opzione No Field Operation (29.97fps), apritelo in Gordian Knot, e cercate una scena con movimento continuo per almeno 10 frames. Iniziate quindi ad andare frame per frame da questo punto in poi. Se, per ogni 5 frames, vedete 2 frames interlacciati e 3 non interlacciati (progressivi), allora il video ha subito il processo di Telecine e potete applicare l'IVTC (Inverse Telecine). Se invece tutti i frames risultano interlacciati, allora il filmato è stato creato a 29.97fps (arrotondato in genere a 30fps per comodità). In questo caso non è possibile effettuare l'IVTC. Se provate a farlo, vi ritroverete in una situazione con molti frames non duplicati che sono stati eliminati, e il tutto andrà a scatti. Questi tipi di filmati possono essere soltanto deinterlacciati. Un'altro metodo per esaminare i frames consiste nel creare uno script .avs con il filmato riprodotto a 29.97fps (prima quindi di un eventuale IVTC), aprirlo in VirtualDub e fare tutti i controlli da lì. Oppure usare lo script precedente di hakko504 ed aprirlo in VirtualDub o Nandub. Usando quello script, dovreste avere un video con pochi frames interlacciati (che in genere i deinterlacer riescono tranquillamente a gestire) e un frame duplicato ogni 5. Ci sono altre combinazioni di video e frames progressivi che potete incontrare, ma verranno trattate nei paragrafi "DA PAL A NTSC" e "TELECINE DA DIMENTICARE" più avanti.


QUALE IVTC USARE. Per varie ragioni, Decomb sarà il filtro di riferimento per l'IVTC in questa guida. È l'unico filtro che può gestire tutte le possibili combinazioni di ricostruzione dei frames, decimazioni e deinterlacciamento. Viene inserito anche come filtro principale in molti programmi tipo Gordian Knot e DVD2SVCD. Molti utenti hanno già usato Gordian Knot o programmi simili almeno una volta e hanno già il file decomb.dll (anche se molti hanno una versione vecchia, in questo caso aggiornatela con DecombLegacy per chi utilizza ancora AviSynth 2.08 oppure Decomb per gli utilizzatori di AviSynth 2.5 e superiori). C'è una guida molto ben fatta inclusa nel file oltre a 2 guide di Doom9 linkate in fondo a questa pagina. GreedyHMA è un'altro buon pretendente, può invertire il pulldown 2:3 applicato a materiale NTSC oltre a gestire quello che viene chiamato pulldown 2:2 o con i campi invertiti su alcuni DVD PAL, ha un eccellente deinterlacer incorporato, così come il suo Filtro Verticale. E viene accompagnato da un esauriente file ReadMe molto completo. Per quanto riguarda gli Anime, IVTC2.2 ha i suoi estimatori. Applica solo l'IVTC su DVD NTSC ma non contiene nessun deinterlacer al suo interno. Ma quello che fa, lo esegue molto bene. Anche lui viene distribuito con un ottimo file di istruzioni. Ci sono alcuni che preferiscono eseguire l'IVTC sugli Anime manualmente o automaticamente usando TMPEG e il frameserving via VFAPI. Anche in questo caso, in fondo alla pagina sono presenti i link alle relative guide di tutti questi programmi. In uno slancio di imparzialità, tutti gli autori non dicono di usarne uno invece che l'altro. Ognuno di noi ha il suo filtro preferito a seconda delle situazioni in cui ci possiamo trovare (e già qui capita spesso di trovarsi in disaccordo su cosa usare e su come usare un determinato filtro rispetto ad un altro). L'unica cosa che possiamo fare è un invito a provare diverse soluzioni e capire da soli quale tra tutte queste è quella che più ci soddisfa.


DA PAL A NTSC. In genere non ci sono grossi problemi nel convertire materiale destinato ad area PAL in un DVD Regione 1 NTSC. I FILM sono girati a 24fps in tutto il mondo, quindi se si usa direttamente la loro sorgente, verrà effettuato un normale Telecine sul filmato. In seguito potranno essere manipolati con FORCE FILM di DVD2AVI o con un processo di IVTC. A volte però, questa trasformazione non viene eseguita correttamente, e da qui possono nascere molti problemi. Spesso con serie TV PAL convertite in NTSC ma anche con molti film (soprattutto, per varie ragioni, con film giapponesi creati partendo dalle rispettive versioni Regione 1) quando andate ad analizzare i frames noterete un modello formato da 6 frames. Frames che vengono visti come interlacciati, ma il cui numero (di frames interlacciati) va dai 2 o 3 fino ad arrivare in alcuni casi a 5 o 6! Se vedo che anche uno solo di questi 6 frames come progressivi, lo considero come un film normale ed eseguo la decimazione. Il risultato potrebbe venire un po' sfuocato, ma il video risultante in genere è abbastanza liscio e privo di difetti particolari. Usando questo script:

Telecide(Guide=3).Decimate(6)

avrete come risultato finale un video che ha il framerate a 24.975fps ma con l'audio ancora in sincrono. Se volete che assuma il valore giusto di framerate aggiungete nel vostro script .avs AssumeFPS(25) nella riga successiva. In questo caso però l'audio andrà fuori sincrono con il video e dovrete provvedere voi stessi alla resincronizzazzione usando AC3Machine o un qualsiasi Wave Editor.


TELECINE DA DIMENTICARE. Spesso, i DVD di Honk Kong (ma anche quelli provenienti da zone vicine) hanno subito un processo di Telecine veramente pessimo che lascia almeno 4 o 5 frames ancora interlacciati. Queste persone andrebbero messe alla gogna per quello che hanno fatto (N.d.T: mi sono limitato soltanto a tradurre letteralmente) perché rovinano ottimi film e magari degli ottimi master su cui si si poteva lavorare molto meglio. Come nell'esempio precedente, se è presente anche un solo frame progressivo in ogni serie di 5 frames, potete andare di IVTC (ma stavolta con una riga molto più standard tipo Telecide(Guide=1).Decimate(5)). In molti casi, i frames di questi DVD sono già stati mischiati tra di loro (blending) e dopo aver eseguito l'IVTC molti di questi resteranno come erano prima. È praticamente impossibile eliminare tutti i problemi che un Telecide applicato male comporta. Potete solo sperare che il filmato finale sia fluido e che i frames mescolati(blended) non siano troppo marcati o fastidiosi.


DVD PURI E INTERLACCIATI. Quali sono quei DVD creati come NTSC puri e interlacciati? La maggior parte dei DVD di sport, DVD di concerti, in genere tutti i film per adulti, alcuni DVD di serie televisive, film fatti con budget limitati e girati con video camere; tutti questi sono esempi di DVD NTSC puri e interlacciati. Anche molti "making of" e alcuni extra inclusi nei DVD fanno parte di questa categoria. E tutti loro possono venire solo deinterlacciati. Prima di procedere però, assicuratevi di aver analizzato per bene i frames che li compongono. Non fermatevi soltanto a quello che vi dice DVD2AVI. Il deinterlacciamento in questi casi è l'ultima soluzione da adottare, altrimenti potreste risentirne in qualità finale.


FILM MUTI. Prima dell'avvento del sonoro, i film muti venivano girati con qualsiasi tipo di framerate, che in genere era minore di 24 fps. 18fps e 20fps erano i valori di framerate più comuni. Questo tipo di film, in genere, non presenta nessun problema quando andiamo ad effettuare l'IVTC e, con l'aiuto di Decomb e di comandi per una decimazione multipla, è possibile ricostruire il framerate originale. Questo vi offre la possibilità di distribuire il framerate tra un numero relativamente minore di frames, andando ad aumentare la qualità complessiva del filmato. Per esempio, impostiamo nel nostro script Telecide(Post=False); se 1 si riferisce ad un frame di movimento e 0 si riferisce ad un frame duplicato, e vediamo un modello (pattern) di frames di questo tipo:

1101011010,

ci ritroviamo con 4 frames duplicati su un numero di 10, oppure 12 duplicati su 30, o un framerate originale uguale a 18fps. Usando questo script, andrete a rimuovere i frames duplicati e riporterete il framerate del video al suo valore originale:

Telecide().Decimate(Cycle=4).Decimate(Cycle=5) #riporta il tutto agli originali 17.982fps

E non avete nemmeno bisogno di aggiustare l'audio, dato che il video ha sempre la stessa durata. Però potete aggiungere AssumeFPS(18) dopo e risincronizzare l'audio se preferite avere a che fare con valori interi (come preferisco fare io). Per fare questo però dovrete effettuare un numero di conti sui frames non indifferente per trovare l'esatto valore iniziale del framerate. Dovete cioé trovare l'ordine del ciclo di frames duplicati originale. Recentemente ho avuto a che fare con uno di questi film che aveva 180 frames prima che questo ciclo di frames iniziasse a ripetersi nella sequenza, a differenza dei 5 che avevo indicato nell'esempio precedente. Quindi il framerate variava all'interno dello stesso film muto! Tutto questo è molto particolare e gli esempi di sopra erano semplici. Per altre informazioni su come ritornare al framerate originale, leggete il post sticky nel forum di soom9 il cui link è in fondo a questo tutorial.

ANIME. Gli Anime sono i figli bastardi del video encoding. Questo perché i DVD NTSC di anime sono quelli più difficili su cui effettuare l'IVTC, e sono richieste delle abilità più che discrete per avere dei risultati finali apprezzabili. Per quanto ne sappia io, i migliori risultati, sia che si stia lavorando con serie TV sia film o OAV, si ottengono NON selezionando la modalità FORCE FILM su DVD2AVI. Questo significa che è quasi sempre possibile effettuare l'IVTC correttamente e con risultati apprezzabili (ma Record of Lodoss War ed Evangelion R1 sono due eccezioni che confermano la regola). È l'unico genere di DVD che fa discutere sempre e comunque con altre persone su quale metodo di IVTC usare, quali parametri eccetera, proprio perché è uno dei più complicati e difficili da gestire. L'unico suggerimento che posso darvi è quello di preparare con cura lo script .avs e di utilizzare un deinterlacer per eliminare i difetti che risulteranno visibili soprattutto sulle bocche dei personaggi e nelle aree scure. Per gli Anime PAL, utilizzate i suggerimenti di hakko504 più avanti in questa guida.


I TEMUTI IBRIDI . Molti documentari, "making of", special su DVD e sfortunatamente, anche alcuni DVD completi (pochi per fortuna), sono un insieme di FILM e Video interlacciato a 30fps. Alcuni (e tra questi molti dei nuovi DVD di Anime Regione 1) sono un insieme di FILM e Video Progressivo a 30fps. Qui ci troviamo ad un bivio con due scelte, nessuna delle due piacevoli. Dipende soprattutto dal risultato finale che le due scelte producono. Per esempio, un DVD creato a partire da uno show televisivo sarà creato in modalità FILM, ma può avere al suo interno alcune scene di Computer Grafica create a 29.97fps. L'Anime Serial Experiments Lain è un esempio. Così come i DVD infami di Star Trek: The Next Generation. La vostra scelta è quella di effettuare l'IVTC e creare un filmato con 23.976fps e con le scene di Computer Grafica a scatti? Oppure lasciate tutto così com'è a 29.97fps che verrà riprodotto in maniera corretta ma con un decremento di qualità a causa del 25% di frames in più? È una decisione non facile. Ho visto documentari su DVD che erano fatti per la maggior parte come FILM, ma al loro interno erano presenti alcune immagini interlacciate che frequentemente venivano ingrandite. Andate ad eseguire l'IVTC su questo tipo di filmato e il vostro video finale va a scatti. Credo che la soluzione migliore sia quella di utilizzare da Decomb Decimate(mode=1). Questo parametro conserverà gran parte del materiale progressivo e lo riprodurrà in maniera corretta e senza problemi, ma lascierà il framerate al valore di 29.97fps. Se usate AviSynth 2.51 potete usare l'opzione Mode=3 che applicherà ai frames un maggiore effetto di blending e porterà il framerate al valore di 23.976fps. Non posso assolutamente dirvi quale dei metodi qui elencati sia il migliore. Dovete per forza fare prove su prove, analizzando i frames in maniera corretta ed appropriata e vedere se il risultato finale vi soddisfa.


Il Guru del PAL, hakko504, vi mostra alcuni suggerimenti per poter maneggiare al meglio materiale di area PAL:



PER UTENTI DI AREA PAL:

La maggior parte di quello che avete letto fino ad ora era riferita a rip di materiale NTSC. Ma cosa fare se avete invece un DVD di area PAL?

Dal lato positivo, non dovete effettuare l'IVTC. Avete anche un'immagine di grandezza superiore su cui lavorare (720x576), e questo significa poter disporre di più informazioni su cui iniziare. Tutto questo ci permette di effettuare dei rip migliori! Dal lato negativo, purtroppo ci ritroviamo che la maggior parte dei DVD PAL vengono creati da sorgenti di qualità inferiore, in genere da DVD NTSC.

Quando avrete a che fare con DVD PAL, potete capitare in tre casi principali, che io ho ribattezzato il Buono, il Brutto, il Cattivo (TM Sergio Leone).


IL BUONO: DVD PROGRESSIVI In genere questi DVD sono stati creati come FILM e vengono velocizzati fino ai canonici 25 fps oppure viene aggiunto un frame extra ogni secondo per tenere costante la durata di tutto il filmato. Non è inusuale trovare DVD PAL con i campi invertiti in questo modo: 1t2b 2t3b 3t4b eccetera. Alcuni DVD alternano parti di contenuto realmente progressivo ad altre che sono sempre progressive ma con i campi (fields) invertiti. Se questo avviene due volte ogni secondo vuol dire che avete a che fare con un DVD a cui è stato aggiunto un campo ogni 12 frames per mantenere la durata costante. Questa inversione può essere presente anche in alcuni casi in cui il DVD è stato editato in qualche modo durante il processo di masterizzazzione.

Come riconoscere le differenze tra i vari casi appena elencati? Mi duole dirci che l'unico modo è quello di andare ad analizzare attentamente ogni frame del DVD. In genere si può comprendere facilmente se il DVD è progressivo, con i campi invertiti oppure con i cambiamenti rapidi progressivo/progressivo-invertito. Può risultare molto difficoltoso capire da una sola sequenza se l'ordine è invertito, ma in genere i cambiamenti irregolari sono presenti quasi sempre durante i cambi di scena. Caricate questo script con VirtualDub ed esaminate i frames attentamente:


LoadPlugin("mpeg2dec.dll")
#LoadPlugin("Decomb.dll") #Ne abbiamo bisogno più tardi per usare Telecide e Decimate
MpegSource("clip.d2v")

Se il DVD appare già interlacciato, da DVD2AVI dovete creare il vostro file .d2v con l'opzione Field Operation->Swap Field Order ATTIVA. Se trovate invece scene dove l'ordine dei campi è invertito usate Telecide(post=true) nel vostro script finale, ma per il momento usate post=false per poter lavorare ancora sullo script e scoprire altri "difetti"; ricordatevi però di riattivarlo dopo che avete finito l'analisi. Adesso, partendo dal presupposto che ci troviamo di fronte ad un DVD progressivo sia abilitando l'opzione Swap Fields o con Telecide, dobbiamo procedere all'analisi dei frames duplicati. Se sono presenti, dovrebbero apparire uno ogni secondo, e in questo caso dovete aggiungere la riga Decimate(cycle=25) nel vostro script finale.


Come regola generale: i DVD che hanno pochi cambiamenti di formato si contano sulle dita di una mano; e se vi ricordate di guardare il vostro AVI finale prima di eliminare i VOB potete stare tranquilli che il vostro DVD sarà compatibile con il relativo pattern (progressivo, con i campi invertiti o spostati di 2 al secondo) se, guardando alcune sequenze del DVD, le stesse risulteranno uguali a quelle della sorgente da cui avete effettuato il rip. Cosa? Il video non è ancora perfetto? Vedi molte linee orizzontali in tutte le parti del video? Ti trovi di fronte un DVD interlacciato (il Cattivo). Ci sono effetti di ghosting (il Brutto)?


IL CATTIVO: DVD INTERLACCIATI Anche qui, come già spiegato per i DVD NTSC, l'unica cosa da fare è eseguire un filtro di deinterlacciamento come FieldDeinterlace o GreedyHMA. È una situazione abbastanza comune, dato che molte trasmissioni televisive sono girate direttamente in formato video in Europa, anche certe produzioni di alto livello sono girate o registrate direttamente in formato video e sono quindi a 50 fps interlacciate.

 

IL BRUTTO: DVD CONVERTITI DA NTSC A PAL. Sono molto frequenti tra i DVD economici. In genere sono creati unendo (blending) 2 frames vicini tra di loro in uno solo, in modo da rimuovere 1 frame ogni 6 (30 ->25fps). Hanno una qualità visiva brutta e sono pietosi per poterci lavorare sopra. La mia soluzione. in genere, è quella di usare questa riga nel mio script: Telecide(guide=2,post=true, blend=false). Questo rimuoverà almeno quegli effetti di ghosting peggiori. Dopo, aggiungo anche un filtro di smoothing SPAZIALE. Quello temporale agisce soprattutto sulle immagini affette da ghosting e dobbiamo assolutamente cercare di NON usarlo in questi casi. Se il risultato è secondo voi un po' sfuocato (blur) provate ad aggiungere un filtro di sharpening, ma state attenti, dato che questo può accentuare visivamente i bordi delle immagini affette da ghosting e allo stesso tempo eliminare i residui del ghosting stesso. Il risultato potrebbe non piacervi all'occhio, quindi fate attenzione

 

CONCLUSIONI


L'argomento non è affatto facile, soprattutto se vi state avvicinando per la prima volta. Ha bisogno di molta pratica e di moltissime prove per capire i metodi di funzionamento e tutti i concetti che ci sono dietro. Ma speriamo che questo tutorial sarà di aiuto per alcuni di voi. Domande, commenti, critiche, richieste, aggiunte (e complimenti) sono sempre richieste e ben volute. Se avete dei links interessanti che aiutano a spiegare meglio questo argomento, fatecelo sapere. Vogliamo ringraziare Ookami, Acalia e tutti gli altri per gli incoraggiamenti e i consigli utili che ci hanno dato. Donald Graft (neuron2) merita una menzione speciale per averci offerto parte dei suoi risultati dei suoi lavori con DVD2AVI che sono stati inclusi in questo documento.

Questo tutorial è dedicato con grande rispetto a Doom9 e al suo grandissimo sito:

hakko504, jggimi, e manono


LINK

LINK A DVD2AVI

http://shelob.mordor.net/dgraft/tools/ParseD2V.zip Il tool a cui si fa riferimento nella sezione di DVD2AVI che ci permette di creare un file di log per studiare quei frames "che vanno al di fuori della firma del Pulldown 3:2"
http://www.doom9.org/mpg/dvd2avi.htm La guida su DVD2AVI di Doom9


LINK SU DVD

http://www.dvddemystified.com/dvdfaq.html La madre di tutte le FAQ sul DVD
http://www.cs.tut.fi/~leopold/Ld/FilmToVideo/ Come un film viene trasformato in Video
http://www.widescreen.org/widescreen.shtml Se non siete convinti che il widescreen è la versione giusta per un backup, fate un salto su questo sito. Quindi tornate qui da noi e diteci se la modalità a tutto schermo (Pan & Scan) è meglio
http://www.thedigitalbits.com/articles/anamorphic/ Una spiegazione sul DVD anamorfico.
http://www.dvdweb.co.uk/information/anamorphic.htm Anamorfico contro Pan & Scan contro Widescrren


LINK SU TELECINE

http://www.doom9.org/synch.htm L'articolo di robshot a cui fanno riferimento hakko504 e jggimi.
http://www.avdeals.com/classroom/Proscanexplained.htm Una bellissima pagina con informazioni sul processo di telecine
http://www.henninger.com/resourcecenter/questions/telecine/ Un glossario sul Telecine ampio e tecnico


LINK SU IVTC E INTERLACCIAMENTO/DEINTERLACCIAMENTO

http://sourceforge.net/projects/avisynth2/ Il sito di riferimento per AviSynth
http://www.avisynth.org/ Come scrivere uno script AviSynth e molte altre informazioni utili su filtri e affini
http://www.avisynth.org/~warpenterprises Elenco di WarpEnterprises con tutti i filtri per tutte le versioni di AviSynth
http://www.doom9.org/decomb.htm La guida di Decomb
http://www.doom9.org/decomb-params.htm Tutti i parametri di Decomb spiegati
http://www.doom9.org/mpg/tmpg-ivtc.htm
IVTC con TMPGEnc
http://arbor.ee.ntu.edu.tw/~jackei/dvd2avi/ivtc/ la guida di jackei per fare IVTC con TMPGEnc
http://nickyguides.digital-digest.com/interlace.htm La guida di Nicky su PAL, NTSC, Telecine, IVTC e deinterlacciamento a cui hakko504 fa riferimento
http://www.lurkertech.com/lg/fields/fields.html una completa discussione sui campi
http://www.100fps.com/ Che cos'è il deinterlacciamento? È il miglior metodo per deinterlacciare un filmato
http://www.videoxone.de/cgi-bin/load.pl?page=hawk30_de Guida al deinterlacciamento di Hawk (sito in lingua tedesca)
http://www.videoxone.de/cgi-bin/load.pl?page=guides Videoxone tutorial (sito in lingua tedesca)


LINK AD ALTRE GUIDE DI DOOM9

http://forum.doom9.org/showthread.php?s=&threadid=30709 Il post sticky di FreierGeist a cui si fa riferimento
http://www.doom9.org/mpg/d2a-mpeg2dec.htm Frameserving con un file *.avs
http://www.doom9.org/sbc-basicsetup.htm Come configurare VFAPI per fare frameserving

Questo documento è stato aggiornato il 18/04/2003
Questo documento è stato tradotto da _YuSaKu_ il 14/02/2004