Guida a Mpeg2Avi

Lancia la GUI e vai alla sezione mpeg2avi. Clicca sul bottone Mpeg2avi e inserisci il percorso della tua copia di mpeg2avi (se hai scaricato il pacchetto è nella stessa directory della GUI). Carica anche i tuoi file VOB. Poichè hai già creato una lista di stream al punto 2 puoi usarla come input.

Se hai un filmato PAL puoi saltare il paragrafo seguente.

Le sorgenti NTSC sono basate solitamente su sorgenti progressive a 24fps. Usando i flag 3:2 pulldown quella sorgente diventa uno stream interlacciato/progressivo a 29.97fps durante la riproduzione. Per saperne di più leggi la guida di Robshot. Mpeg2avi non può interpretare i flag rff e decodifica in ogni caso i frame in formato MPEG-2. A volte i flag rff non sono in un ordine regolare, e qualche volta ci potrebbe essere una parte del filmato (solitamente il logo della casa cinematografica) che è a 29.97fps interlacciati senza alcun flag di pulldown. Ciò può portare alla distruzione delle sincronizzazione. Per cui, se hai a che fare con sorgenti NTSC, prova i flag IVTC se non hai sincronia tra audio e video. Un frame offset IVTC pari a -s4 solitamente aiuta, ma puoi provarne altri se questo non fa al caso tuo. Ricorda che questo non ti garantisce il sincronismo, è solo una possibilità.

Adesso continuiamo col programma.

Mpeg2avi può anche effettuare il demuxing di una traccia audio durante il ripping, ma visto che ci occupiamo dell'audio separatamente seleziona "Decode Video" e "No Audio".

Scegli il tuo profilo profilo premendo il bottone Profiles e selezionandone uno adatto a te. Nota che per filmati PAL devi soltanto caricare il profilo NTSC corrispondente e poi cambiare il framerate (fps) a f2 (25fps).

Se non ti piacciono i miei profili (peggio per te... sono veramente buoni), puoi cercare le impostazioni che più ti aggradano. Per farlo, scegli "Maintain Ratio" in (2), deseleziona Output Cropping ed entrambi i Downsizers. Quindi premi Preview My AVI.



Sotto questa finestra dovresti vedere il tuo filmato in riproduzione. Un campo importante da tenere sotto osservazione è "ratio". All'inizio vedrai un po' di spazzatura, come puoi vedere sopra, ma appena premerai uno dei bottoni resize o crop il ratio cambierà. Ora usa i bottoni resize e crop per ridimensionare e tagliare il tuo filmato. Vedrai gli effetti dei tuoi cambiamenti in tempo reale. Alla fine la cosa importante è che il valore del ratio corrisponda all'aspect ratio del tuo filmato. Ad esempio, per un filmato 1:2.35 valori possibili sono: resize = 640x360, crop = 640x272. Puoi anche vedere gli effetti dell'offset IVTC in real-time se premi questi bottoni. Annotati i valori, torna alla GUI e inseriscili. Il valore di resize corrisponde a X e Y dowsizer, e il Crop ha lo stesso nome.

Il prossimo punto è il calcolo del bitrate. Premi il bottone Calculator (secondo da sinistra).

Inserisci la dimensione di output che desideri nel campo dove c'è scritto 652, scegli il bitrate desiderato per l'audio (dove c'è scritto 96) ad inserisci la lunghezza del video (lunghezza in secondi * framerate - 25fps per PAL, 23.976 per NTSC). Ricorda che il DivX ha bitrate variabile anche se dovrebbe essere il contrario. Ulteriori informazioni sul bitrate nella guida al bitrate e alla risoluzione.

Ora controlla il checkbox sulla destra del bottone DivX auto (il terzo da sinistra nella barra) quindi premi proprio quel bottone. Ti comparirà questa finestra.



Seleziona Low-Motion Codec, imposta l'intervallo di Keyframe che desideri (2-4 secondi per 1 CD, 1 secondo per 2 CD o più). Smoothness dovrebbe sempre essere al 100% e il Data Rate è quello che hai calcolato con la calcolatrice prima.

Quando usi il codec DivX VKI imposta i keyframes a 9999 dato che il codec li inserisce automaticamente alle posizioni appropriate.

Ora tutto quello che ti rimane da fare è premere il bottone Create My AVI e aspettare...

>> INDIETRO