Getting the best out of CCE

CCE, uno dei più popolari encoders MPEG-2 di questi giorni (e codifica anche MPEG-1) ha una caratteristica che non è stata mai presa in considerazione fino alla Vigilia di Natale quando fu pubblicato un articolo su robshot.com - sito attualmente deceduto - che indicava come usarla. Fino a quel momento, molta gente non era nemmeno consapevole che questa caratteristica esisteva e non ha avuto nemmeno bisogno di cercare. Parte di questo, potrebbe essere anche dovuto a molti CCE cracks (non tutti sono disposti a pagare l'alto costo di CCE ) che accidentalmente disabilitano questa funzione. In ogni caso, CCE ha una modalità avanzata (advanced mode) dove puoi modificare la distribuzione del bitrate manualmente fino a singolo GOP. Questa guida ti insegnerà a usare questa funzione e come ottenere files migliori riducendo il numero di passaggi (passes) con un veloce intervento manuale tra il primo e il secondo pass.

Questo documento è basato sull'articolo pubblicato su robshot.com e il suo permesso è stato ottenuto per usare le sue informazioni su questo sito.

Avrai bisogno dei seguenti software per questa guida:

CCE SP - NOTE: La versione Demo, visualizza un logo su ogni filmato codificato. Puoi comprare la versione completa (senza questo logo) online.
BitrateViewer
DVD2AVI
ChapterXtractor
VFAPI or Avisynth & mpeg2dec

Per favore nota che questa guida è una sorta di sospeso in aria. Alla fine otterrai un file video MPEG-2 compatibile DVD e un file AC3, ma con un qualunque programma di DVD authoring, puoi importarli e creare un DVD-R che può essere letto in qualsiasi apparecchio compatibile con questi ultimi.

Passo 1: Creare un progetto DVD2AVI

In questo passaggio andiamo a creare un file progetto DVD2AVI. Questo file progetto può essere convertito dopo, in un finto file AVI con lo scopo di fare frameserving. Per favore non dimenticare di scrivere giù i valori menzionati in questa guida.

Passo 2: Frameserve

Usando il VFAPI Converter trasformiamo il nostro progetto DVD2AVI in qualcosa che CCE può aprire.

Se hai CCE 2.50, CCE 2.64.01.10 or CCE 2.66 puoi anche usare Avisynth, che è un qualcosa di più complicato, ma anche molto più veloce. Per usare AviSynth, apri il notepad e incolla le seguenti linee in esso:

LoadPlugin("C:\PROGRA~1\GORDIA~1\mpeg2dec.dll")
mpeg2source("D:\rmd\rmd.d2v")
ResampleAudio(44100)

Poi sostitutisci il percorso (path) del file mpeg2dec.dll con il percorso dello stesso ma nel tuo sistema e fai lo stesso con il comando mpeg2source. L'ultima linea è usata come trucco per dire a CCE che c'è in input una traccia audio. Altrimenti CCE potrebbe andare in crash quando parte o sui processori AMD. Ora salva il file come movie.avs e assicurati di mettere filetype a All (*.*) prima di salvare o otterrai un file chiamato come movie.avs.txt Windows potrebbe mostrarlo come movie.avs perchè non mostra le estensioni per i files noti.

Passo 3: CCE

La guida mostra CCE 2.50 ma CCE 2.62 e CCE 2.64 hanno pressoché la stessa interfaccia utente così non dovresti avere nessun problema ad usarli.

Esegui CCE, tasto destro nella area bianca principale e seleziona add, poi carica il tuo file VFAPI AVI o script .avs . In caso di AVS devi mettere filetype a All (*.*) o il file .avs non verrà elencato.

Clicca con il tasto destro sulla riga ora mostrata e seleziona edit:

Assicurati di ottenere il file informazione Video (Video information file) e che Video files sia settato su ES (Elementary stream). Togli il visto su audio file anche. Non è necessario ottenere un file mp2 in quanto andremo ad usare un file AC3, in più la sua codifica audio è come un rumore di ferraglia e probabilmente crasha comunque.

Per la prima volta devi configurare Video encoding mode a One pass VBR. Accertati di avere selezionato CCE per creare un file MPEG-2. Setta il fattore di quantizzazione (Quantization factor) a 60, il bitrate minimo (minimum bitrate) a 0 il bitrate massimo (maximum bitrate) a 9800.

Nota: Dipende dal numero di tracce audio, sottotitoli, ma anche da filmati che potrebbero avere bitrate troppo alti e potresti ottenere un errore "Total Bitrate is too high" (il Bitrate Totale è troppo alto) nel tuo programma di authoring. Ho provato un paio di volte usando 2 tracce AC3 a 384kbit/s e 2 tracce sottotitoli e ho avuto sempre successo, ma più tracce hai e più alto è il rischio di inccorrere in questo problema. In tal caso devi avere un Max bitrate più basso, tenta con 9500 o scendi fino a raggiungere 9000 (e usa gli stessi valori per il 2nd pass!).

Poi premi Video button in Other settings section in basso:

Setta il livello di luminosità (luminance level) a 16 to 235, Intra DC precision ad auto, Aspect ratio a DAR 16:9 (a meno ché hai un filmato in 4:3 in tal caso setta questo parametro a DAR 4:3).

Assicurati di cambiare il timecode a 00:00:00:00 o avrai problemi a importare il video nel programma di authoring. Vista anche DVD compliant, Add sequence end code e Linear quantizer scale.

Gli altri parametri dipendono dal sorgente. Usa Bitrateviewer sul primo file VOB per scovare questi parametri. Qui un esempio:

I 4 parametri in basso sono importanti. Come puoi vedere Picture structure è un frame il che significa che il contenuto è Frame based piuttosto che un Field based, così dovresti vistare Progressive frames in CCE. Il  DCT type: Frame punta a questo anche. Se il contenuto è interlacciato, il DCT type dovrebbe essere Field invece.

Field topfirst è no, così non vistiamo Upper field first in CCE.

Quantscale è attualmente nonlinear il che dovrebbe guidarci a non vistare Linear quantizer scale ma l'autore originale di questo metodo ci dice che linear quantizer scale produce migliore qualità.

Ora andiamo a cambiare la configurazione dei GOP:

Configuriamo il parametro N/M per la sequenza di GOP, GOP sequence, a 4 e lasciamo M al valore di default di 3 o il tuo programma di authoring si lamenterà. Assicurati anche che SEQ header sia settato a every 1 GOP e lascia le altre due opzioni non vistate.

Permettimi anche di dare uno sguardo alla configurazione del livello di qualità:

Metti il cursore di Image Quality Priority sulla posizione 5 e disattiva il filtro Anti noise Filter. La sorgente DVD ha di solito una qualità abbastanza alta che il filtro non è necessario, e abbiamo abbastanza bits perfino per codificare contesti difficili. Se la tua sorgente è veramente scarsa (DVD molto vecchi, o non sorgenti DVD MPEG-2) puoi decidere di usare questo parametro.

Premi OK per ritornare indietro alla schermata dei settaggi e premi OK di nuovo per ritornare alla schermata principale. Salva il progetto corrente (File - Save) come movie.ecl e chiudi il programma. Esegui ChapterXtractor e carica il file IFO del filmato principale, vai nel foglio Format e definisci un nuovo formato come mostrato sotto.

Per fare questo, seleziona empty preset dalla Presets dropdown list, poi premi il pulsante alla sua destra per assegnargli un nome, assicurati che Header line sia vuota e finalmente scrivi in format: chapter=%f: e premi il pulsante al lato destro di format field per salvare il nuovo preset. Se per caso hai un titolo in NTSC non ti dimenticare di cambiare il FPS rate in ChapterXtractor a 23976. Ora copia (seleziona con il mouse e premi Control-C) il contenuto della sezione principale della finestra dove è mostrato qualcosa del tipo:

chapter=0:
chapter=5626:
chapter=11592:
chapter=17771:
chapter=22502:

Copia queste linee, e poi apri il file progetto CCE  (movie.ecl) nel Notepad, vai alla fine del file dove vedrai qualcosa tipo questo:

[file]
name=D:\SWORDFISH\VIDEO_TS\swordfish.avs
type=0
frame_first=0
frame_last=142829
encode_first=0
encode_last=142829

e aggiungi le linee copiate da ChapterXtractor alla sua fine:

[file]
name=D:\SWORDFISH\VIDEO_TS\swordfish.avs
type=0
frame_first=0
frame_last=142829
encode_first=0
encode_last=142829
chapter=0:
chapter=5860:
chapter=11877:
chapter=16979:
chapter=21775:

Salva il file ecl, esegui CCE di nuovo e carica il tuo file progetto. Se devi codificare più files video dovrai ripetere la procedura per ogni singolo file video. In ChapterXtractor c'è una selezione titolo, title

che permette di selezionare il titolo che ci interessa. Appena cambi il numero, le posizioni dei capitoli, chapter times del titolo in questione saranno mostrate e così potrai copiarli e incollarli sopra. Una volta che hai editato i files ecl e sei ritornato in CCE, premi il pulsante encode. Tutto quello che hai da fare è aspettare fino a che CCE ha finito di codificare. Fortunatamente, se hai un hardware ragionevolmente moderno puoi arrivare a velocità di codifica più veloci del tempo reale, real-time, specialmente se usi Avisynth. Io ho ottenuto 1.45 su un Athlon XP 1800 così il tempo di attesa non è così insopportabile come quando uso TMPG.

Una volta che CCE ha finito, hai 2 files: un file VAF che contiene alcune informazioni sullo stream video e un file mpv. Normalmente, non ottieni la dimensione finale desiderata, in più lo vogliamo modificare in futuro, ma giusto in questo caso diamogli uno sguardo e se soddisfa le noste richieste, hai già finito.

Note aggiuntive su CCE: se vuoi codificare più files alla volta e usi lo stesso settaggio, dovresti usare i template di CCE. Clicca su Templates - Standard nella schermata principale di CCE per far comparire la finestra dei template:

Per primo devi dare un nome al template, poi assicurati di aver vistato Video files: ES e Video information file come output files e togli il visto su Audio file (la codifica audio di CCE non è buona).

Il resto dei settaggi sono gli stessi di quelli descritti sopra. Assicurati di aver settato Video, GOP e Quality settings.

Una volta terminato, premi il pulsante Add per creare il nuovo profilo, o replace per sostituire il profilo Standard (questo è il modo per assicurarti che i settaggi vengono impostati come default da quento momento in poi).

Se aggiungi nuovi files ora, non sarà necessario settarli ogni volta, il settings del tuo profilo Standard sarà preselezionato.



Passo 4: 2nd pass

Mentre CCE è ancora aperto, clicca con il tasto destro e seleziona di nuovo edit.

Cambia Video Encoding mode a Multipass VBR e setta il numero di passi, passes a 1. Setta anche il bitrate medio, average a 2000, e il bitrate minimo, min bitrate a 0 e il bitrate max, max bitrate a 9800. Poi premi il pulsante Advanced.

Ora CCE si comporterà come TMPG. Partirà impegnando la CPU e non risponderà per molto tempo. Dipende dalla velocità della tua macchina, potrebbe prendere diversi minuti fino a che CCE "ritorni indietro" di nuovo.

Il primo pensiero che devi fare è selezionare Q.scale (in alto a destra dello schermo) e otterrai qualcosa simile a quello che vedi nella figura. Il grafico ha il seguente significato: La linea rosso-bianco rappresenta la scala del livello di quantizzazione medio dei fotogrammi I, la linea verde la quantizzazione media  dei fotogrammi P e la linea rossa la quantizzazione media dei fotogrammi di tipo B. La linea gialla finale, rappresenta il livello medio della quantizzazione del rispettivo GOP.

Più basse sono queste linee, più basse sono le distorsioni dell'immagini. Il sottofondo, background, è stato anche colorato in modo da mostrarvi la qualità relativa. Se il sottofondo, è verde, significa che la qualità è buona, le parti grigie significano immagini con qualità standard e il sottofondo rosso significa che ci sono serie distorsioni nell'immagine. Il nostro obiettivo è quello di avere il più possibile parti verdi dove è possibile.

Prima di entrare nei dettagli, faccio solo pochi pensieri generali. Puoi usare il cursore, slider, per muoverti all'interno del filmato. Sulla sinistra e destra della barra scorrevole, puoi vedere la linea dei tempi, timecodes dell'inizio e fine del grafico al momento mostrato. Usando i pulsanti più, meno, su e giù, sulla sinistra del grafico, puoi cambiare la scala del grafico.

Usando i pulsanti di posizionamento, potrai avanzare di un cero ammontare di tempo . +-10m significa più o meno 10 minuti, +-1m significa più o meno un minuto, +-10s significa più o meno 10 secondi e +-GOP significa più o meno un GOP. Puoi anche assegnare un certo punto temporale, timepoint, all'etichetta inserendo il nome nel campo label e premendo il tasto Set. Il dropdown list sotto l'etichetta label diventerà attivo. Ultimo ma non meno significativo, puoi anche usare il campo Goto per inserire il punto temporale, poi premi sul pulsante Jump per saltare in quel punto temporale.

La linea verticale arancione doppia, indica che il punto attuale nel filmato, per il quale sono mostrati alcuni dettagli nella parte dello schermo relativa al Current GOP Information. Questa linea verrà mostrata fino a che non anvanzi nel filmato.

La parte stream information è anche importante. Puoi vedere il numero di bytes, che saranno stimati come dimensione finale. Il Q factor è anche molto importante. Tu vuoi avere un Q factor di 9 o meno (significa avere 95% di parti verdi). Più basso è questo numero, mgliore è la qualità globale. Ora ci sono due modi per decrementare questo parametro. Uno è usare il Global bitrate settings che incrementerà il bitrate globale. Chiaramente, questo significa che la dimensione globale verrà incrementata di molto.

Un'alternativa è settare il bitrate locale, local bitrate settings. Se noti certi parti del video dove la qualità è molto più bassa del resto, puoi usare i parametri, local bitrate settings per incrementare la qualità solo su questa parte del video.

Prima di iniziare facciamo 3 pensieri in più: Primo, set il bias nel global bitrate settings a 0. Secondo, puoi cambiare il parametro di bitrate step. Per default l'incremento del bitrate è di 0.5mbit, che lavora in modo ragionevolmente bene, ma una volta che hai fatto l'ottimizzazione su piccole scale puoi voler incrementare il bitrate globale, allora usa piccoli incrementi di bitrate qui. C'è un campo in basso a destra del grafico del bitrate che mostra lo stato del calcolo. Esso mostrerà clean ogni volta che ha finito, planning se CCE sta calcolando. Puoi ancora eseguire operazioni mentre CCE sta calcolando, con OS stabili (NT, W2K, XP), ma giusto nel caso, non dovresti cambiare il bitrate in 10 posizioni durante l'elaborazione.

Ora possiamo iniziare. Sfortunatamente questo prenderà diversi minutidel tuo tempo. Muoviti attraverso il filmato in modo lineare (non andare indietro) usa i pulsanti +10s per avanzare di 10 secondi. Tieni sotto controllo il grafico. Se vedi un sottofondo grigio come questo, dovrai modificarlo:

Usa i pulsanti -GOP per individuare l'inizio dell'area grigia, poi premi il pulsante Set sulla destra del campo In. Poi avanza fino alla fine dell'area grigia e usa il pulsante Set per marcare la posizione finale, Out. Poi inizia ad incrementare il min bitrate. Premi Set Set e permetti a CCE di calcolare la nuova curva. Fai queso fino a che le aree grigie diventino verdi (vedrai che le linee colorate inizieranno a diminuire con l'aumentare del bitrate). In alcuni casi non è possibile eliminare le aree grigie anche usando il max bitrate (puoi vedere questo commutando il bitrate view). In questo caso non c'è niente che tu possa fare e puoi andare avanti alla successiva posizione.

Se premi Set in settings le modifiche verranno tenute fino a che non modifichi il bitrate globale. Quando stai "fixando" le parti grigie puoi utilizzare il pulsante Fix per rendere permanenti le modifiche così quando andrai a modificare il bitrate globale, le modifiche verranno mantenute.

Una volta che hai percorso il filmato ed eliminato le parti grigie al meglio, hai un'altro aspetto globale. Come regola del pollice se aumenti la dimensione del video e del tuo flusso audio e moltiplichi tutto per 1.05, otterrai una stima grezza della dimensione del DVD (certamente ci sono gli extra che occupano spazio) così se hai ancora spazio disponibile puoi aumentare il bitrate globale per usare più spazio, o puoi ridurlo fino a mettere un 2nd movie sullo stesso DVD-R. In tutti i casi, se hai solo parti verdi è veramente difficile dire quali sono le differenze tra il DVD originale e la tua copia.

Una volta che hai settato ognicosa premi il pulsante Close. Puoi incrementare la qualità dell'immagine incrementando il numero di passi per ottenere una distribuzione più fine nelle parti difficili da codificare (circa il 5% per i frames complessi). Poi premi OK di nuovo e inizia la codifica.

Avrai finito quando otterai un file .mpv il quale rinominerai come .m2v così ché tutti i programmi di authoring lo riconosceranno e  sapranno cosa farci.

Passo 5: Pulldown (NTSC solo)

Se hai un filmato in NTSC è preferibile codificarlo a 23.976. altrimenti scoprirai che nessun programma di authoring accetterà lo stream video. Questo perché lo stream ha un framerate sbagliato. Usa pulldown.exe sul file come segue:

pulldown input.m2v output.m2v

Pulldown è una command line utility (NdT. strumento con riga comandi da digitare, vedi DOS) così non puoi fare un semplice doppio click su di esso, ma devi andare al prompt dei comandi e lanciarlo. Una volta che ha eseguito e finito questa operazione, il file video dovrebbe essere ora accettato da qualunque programma di authoring.

>> BACK

Questo documento è stato aggiornato il 13 Marzo 2003

Guida tradotta da *django* il 03/04/03