Preparazione alla sessione di encoding.

Seleziona "Output setting" dal menu delle impostazioni ("Setting").

Per prima cosa bisogna selezionare il formato di destinazione dalla lista evidenziata in rosso nell'immagine. DVDx, quindi, tenterà automaticamente di configurare i parametri relativi. Per essere certi: VCD deve avere risoluzione pari a 352x288 per PAL, 352x240 per NTSC mentre SVCD i valori sono 480x576 per PAL e 480x480 per NTSC (i parametri elencati sono riassunti nella sezione "Export Settings").

Per la creazione di un VCD non devi preoccuparti delle impostazioni del bitrate. Per il SVCD, invece, puoi modificare il valore del bitrate finale. Il video deve essere codificato a 2600Kbit/s o inferiore, l'audio invece a 224Kbit/s o inferiore. In ogni caso, dopo aver inserito i valori desiderati per video e audio, devi cliccare sul pulsante "Check Standard" per verificare se potrebbero esserci problemi durante la riproduzione.

I parametri nella sezione "Expert" sono automaticamente riempiti dopo aver selezionato il formato di destinazione e, a meno che tu non voglia inserire manualmente i valori, (neanche io sono troppo sicuro) non andrebbero cambiati.

Unica eccezione: con filmati in standard NTSC e frame-rate pari a 23.976fps è necessario selezionare la checkbox "Pulldown 3:2".

DVDx offre funzionalità di estensione ("stretch") per i titoli in formato 16:9.

"None" è l'impostazione predefinita, per preservare le proporzioni originarie del filmato. Se preferisci eliminare, o limitare per quanto possibile, le bande nere puoi selezionare uno zoom medio che taglierà leggermente le bande nere, mentre "Pan&Scan" applica un pan&scan statico, che, sebbene garantisca il pieno schermo per il filmato, ne elimina anche il 30% da ogni bordo. "Custom" è selezionabile per i file AVI, ma non ne affronteremo la configurazione in questa sede.

Per ottenere la massima qualità durante l'operazione di ridimensionamento bisogna selezionare "BiCubic" per il campo "Resize filter". Clicca inoltre sul pulsante "Whole" per impostare il corretto numero di fotogrammi da processare.

Nel campo "Volume don't exceed" puoi specificare, in megabytes, le dimensioni massime in cui andrà suddiviso il filmato per la masterizzazione su CD.

Imposta "74Min VCD" se vuoi archiviare il filmato su CD da 74 minuti, "80Min VCD" per CD da 80 minuti. Puoi ignorare i valori per "ISO Data", non sono indispensabili per l'output AVI. Puoi anche impostare dimensioni personalizzate (ad esempio se hai CD da 99 minuti) o suddividere il filmato per capitoli. Per quest'ultima, devi selezionare la voce "Custom chapters" nell'elenco a scorrimento: il risultato sarà l'apertura di una finestra di dialogo simile a quanto in figura:

Nella finestra in primo piano sono riportati tutti i capitoli presenti sul disco. Seleziona il primo capitolo, premi il pulsante "Create Volume" per impostare lo slitting del filmato dopo il primo capitolo. Se desideri avere capitoli nei contenuti rippati che rispecchino capitoli multipli presenti nel DVD originario, devi selezionarli e premere il pulsante "Create Volume". Se invece vuoi eliminare un capitolo, selezionalo nel campo "Summary" e premi il pulsante "Delete Volume".

Quando fatto, clicca su "Dismiss".

La sezione denominata "Premiere Plugin encoder" non è importante comunque con molta probabilità affronteremo l'argomento in un'altra guida su come usare i plugins Premiere con DVDx.

Ora dopo aver impostato tutto, clicca nuovamente su "Check standard" per un'ultima verifica, quindi su "Apply" per tornare alla schermata principale.

>> Torna indietro