Guida a SpruceUp

SpruceUp è uno dei più semplici software di authoring dvd che abbia mai visto. Non è più in commercio da quando la Apple ha acquistato la licenza d'uso della tecnologia Spruce, circa un anno fà (e difatti i prodotti Spruce non sono più disponibili..molto probabilmente la Apple ha intenzione di impiegare la tecnologia Spruce solamente su piattaforme Mac, abbandonando le soluzioni per PC, cosa davvero pessima data la qualità delle applicazioni Spruce per PC), ma è ancora possibile trovare dei demo e registrarli on-line (come spiegato sul manuale..il sito era ancora in funzione l'ultima volta che lo ho visitato). Una semplice ricerca su google dovrebbe bastare.


Ciò che rende SpruceUp interessante è la possibilità di generare, in maniera semplicissima, ottime anteprime dei capitoli, unita al supporto dell'audio AC3 5.1ch (non compresso) e alla facilità di utilizzo generale. Supporta inoltre la masterizzazione dei tuoi dvd o con masterizzatore DVD, o anche con un semplice masterizzatore CD-R (creando però dei miniDVD non compatibili con la maggior parte dei lettori da casa). Si possono creare anche dei files immagine di DVD, masterizzabili in seguito con altri software, o semplicemente compilare dei progetti con un certo numero di files VOB, IFO e BUP.

Punto 1: Sorgenti


SpruceUp accetta files video DVD-compatibili quali MPEG-1 e MPEG-2, oltre a files MPEG-1 layer 2 (chiamati comunemente mp2) e AC3 (compresi quelli AC3 5.1 canali). Supporta inoltre immagini Bitmap (.bmp), TIFF, JPEG e Targa (.tga) utilizzabili come sfondi per i menù. Si possono utilizzare anche bottoni creati con Photoshop, argomento che comunque trascende quello trattato in questa guida. Sicuramente conoscerai Photoshop meglio di me, perchè io non lo ho mai utilizzato: in ogni caso puoi trovare dei riferimentinel manuale di SpruceUp. Generalmente consiglio di leggere il manuale oltre a questa guida, dato che quest'ultima non copre tutti gli aspetti di SpruceUp.

Con SpruceUp si possono generare anteprime per i capitoli semplicemente prendendo il frame iniziale di ogni capitolo ed inserendolo all'interno di un menù statico. I menù non possono essere animati e non possono contenere suoni. D'altra parte, puoi prendere qualsiasi frame dai tuoi video e creare un menù nel programma. Se questo non ti basta, rippa i menù dal DVD (files vts_xy_0.vob e video_ts.vob), e prendi poi qualsiasi frame di cui hai bisogno. Assicurati di usare la risoluzione originale del DVD ( 720x576 per PAL e 720x480 per NTSC).

Riguardo al video, l'unica limitazione che abbiamo è di non poter incatenare varie traccie video l'un l'altra: il tuo film dovrà consistere quindi di un unico file video oppure dovrai ogni volta usare il menù per accedere agli altri files video.

Punto 2: Un'Occhiata Generale


SpruceUp è composto da 4 parti essenziali:

La sezione "asset". Da qui puoi gestire tutti i tuoi assets. Gli assets sono i sfondi per i menù, i bottoni ed i video. La sottosezione attiva nell'immagine è quella dei menù. La seconda sottosezione, la cui icona rappresenta un bottone, è proprio quella dedicata ai bottoni; l'ultima sottosezione, rappresentata da una pellicola, è quella dei video. Gli assets audio non possono essere importati separatamente: avrai bisogno di un file audio con lo stesso nome di quello video (esempio: video.m2v -> video.mpa) ma con un'estensione appropriata, in modo che verrà caricato automaticamente appena selezioni l'asset video.

Il simbolo del cassetto (tagliato a metà nell'immagine) ti permette di caricare alcuni set di stili predefiniti (una collezione di sfondi e bottoni per i menù). Puoi trovare questi set sul web attraverso il menù help di SpruceUp.

La seconda parte essenziale è quella composta da 3 grandi bottoni, proprio sotto gli "asset".

Fino a che non avrai concluso la fase di authoring, dovrà essere selezionato sempre il bottone numero 1. Il significato dei pulsanti è abbastanza chiaro..una volta terminata la fase di authoring (author), passeremo alla simulazione (simulate): se qualcosa non quadra torneremo alla fase author per correggerla, e quindi di nuovo a "simulate": Quando sarà tutto ok esporteremo (Export) l'intero progetto.

La terza parte è quella sotto la finestra principale e contiene l'anteprima dei menù.

Inizialmente quest'area conterrà un solo rettangolo grigio scuro (come quello a destra, nell'immagine). Quello che vedi a sinistra è il progetto a cui sto lavorando e che contiene già due pagine di menù.


Infine, ma non per ultima, viene l'area principale, dove noi cureremo tutto il lavoro di authoring. Ci sono 4 bottoni sotto l'area principale.

Il primo mostra una griglia che può essere usata per allineare i pulsanti del menù, il secondo crea una griglia su tutta l'immagine, che può essere usata per allineare sia testo che pulsanti, ma che risulta essere davvero fastidiosa: usatela solamente quando non funziona l'auto-allineamento. Il terzo bottone mostra una zona di sicurezza per il monitor TV (assicurati che tutti i bottoni si trovino all'interno del rettangolo più piccolo che compare quando premi questo pulsante); il quarto attiva (o disattiva) l'effetto ombra (di cui parleremo ancora dopo).


Punto 3: Importare asset

La prima volta che eseguirai SpruceUp ti sarà mostrata la seguente schermata:

Qui puoi selezionare le opzioni di default per il tuo progetto. Setta il formato TV appropriato ed il tipo di progetto. Hai la possibilità di creare un miniDVD (con i problemi di compatibilità di cui parlavamo prima) selezionando CD-R/W XXY MB, un DVD-R/W o un DVD+RW.

Appena fatto premi OK. In futuro questa schermata non apparirà più. Se hai intenzione di creare un progetto per un altro standard TV, potrai accedere a questo menù da File - Preferences. Ricordati sempre di settare queste opzioni all'INIZIO del progetto.

Adesso che sappiamo dove si trova ciò che ci serve, cominciamo con il progetto vero e proprio. Nella sezione asset, premi il pulsante movie asset (pellicola). Quindi click destro nella sezione vuota e seleziona Add Media Asset...

Seleziona la tua fonte video (files .m1v o .m2v). SpruceUp analizzerà il file video di imput in base alla compatibilità DVD e se c'è un file audio con lo stesso nome di quello video, verrà anch'esso caricato. Carcica tutti i tuoi video asset in questo modo.

Adesso vai aplla sezione menù assets e usa la stessa operazione click destro -> add media asset per aggiungere pagine di menù da te create in precedenza. Se vorrai inserire solamente frames presi dal film si può fare, ti spiegherò dopo come. Carica anche i bottoni da te creati. In questo tutorial io userò solamente quelli forniti con la versione demo di SpruceUp.

Punto 4: Creare Menù

Seleziona un'immagine per il menù principale dagli assets e trascinala nel rettangolo grigio vuoto sotto la finestra principale. Vedrai un piccolo thumbnail rappresentante il tuo menù e il rettangolo grigio scalerà di una posizione a destra. Il menù a sinistra sarà il primo a comparire quando tu inserirai il disco nel lettore. Se vuoi farlo incominciare con un filmato puoi farlo tranquillamente. Basta trascinare un filmato nella prima posizione e il thumbnail avrà l'aspetto di una pellicola, indicando che per prima cosà verrà visualizzato un filmato.

Trascina qualche pulsante dagli button assets alla finestra principlae dove è mostrato il menù. Cliccando su ciascun bottone potrai muoverlo liberamente o ridimensionarlo. Queste sono le stesse operazioni che è possibile effettuare con qualsiasi software per l'elaborazione di immagini, e non hanno bisogno di spiegazione.


Qui ho creato due pulsanti. Uno lancierà il film, mentre l'altro consentirà l'accesso al menù di scelta capitoli. Inizialmente questi bottoni non fanno nulla.

Per associare un'azione ad un bottone, click sinistro sul bottone per selezionarlo, quindi click destro per il menù dei bottoni.

Qui puoi vedere tutte le opzioni che un pulsante offre. Se clicchi su Movies vedrai una lista di filmati, io ho associato al bottone "play movie" Movies -> my first movie -> Chapter 1 così il film inizierà proprio dall'inizio.

Usando l'opzione menù potrai linkare un altro menù precedentemente creato.

Bring back (usati per maneggiare pulsanti overlapping) non sono trattati in questa guida. Delete Target cancellerà qualsiasi azione precedentemente associata al pulsante, non usare Properties se hai intenzione di usare il disco con lettori da casa. Viene infine DropShadow Properties.

Default userà l'effetto ombra default di SpruceUp (spiegazioni più dettagliate nel manuale).

Custom ti permette di creare un effetto personalizzato. Innanzitutto abbiamo le coordinate X e Y, che indicano la differenza di posizione tra l'oggetto e la sua ombra. Sotto c'è un anteprima che ti mostrerà ciò che queste opzioni fanno. Cambia il valore e guarda l'ombra spostarsi.

Puoi cambiare il colore dell'ombra cliccando sul bottone e scegliendone uno differente.

Opacity indica il livello di trasparenza dell'ombra: 0 = completamente trasparente 100 = opaco.
Blur modifica la morbidezza dell'ombra, e aumenta con l'aumentare del valore che viene impostato. Per rendere tutti i pulsanti uniformi, seleziona Set As Default e chiudi (close).

Creeremo adesso il prossimo menù da un frame del film. Vai alla sezione video asset e clicca due volte sul filmato principale.

Vedrai una preview del film.

Sotto la preview vedrai uno slider, un occhio ed una bandierina rossa. Le bandierine rappresentano l'inizio dei capitoli, l'occhio mostra la posizione di un'anteprima del capitolo e lo slider può essere usato per spostarsi lungo il film.

Ci sono inoltre un indicatore di tempo e alcuni controlli basici di riproduzione.

Questi 4 bottoni sono davvero interessanti. Il primo (bandierina rossa e segno +) crea un nuovo capitolo nella posizione in cui il filmato si trova quando viene premuto. Usa lo slider per spostarti nella posizione che preferisci e poi premi questo pulsante; ripeti la procedura finchè non hai creato tutti i capitoli che desideri. Il secondo pulsante (macchina fotografica e 1 ritaglio) imposterà il frame corrispondente al momento in cui viene premuto, come sfondo per la pagina di menù correntemente selezionata.

Il pulsante in basso a sinistra è davvero interessante. Esso creerà un punto di accesso al capitolo sotto forma di piccola finestra di preview nella pagina menù su cui si stà lavorando. Creerà una serie di bottoni-miniatura (diversi tra loro ma tutti mostranti la stessa immagine) tra i quali si potrà scegliere. Non useremo questo pulsante finchè non avremo un menù di selezione capitoli. L'ultimo pulsante ti permette di creare un oggetto asset dal frame scelto. Muovi lo slider in una buona posizione e crea un buono sfondo per la selezione capitoli. Di solito si hanno 6 posizioni-capitolo per ogni pagina di menù selezione capitolo.

I capitoli saranno automaticamente chiamati Capitolo 1, 2, etc. URL è utile solo per creare dischi veramente interattivi, ma che saranno poi però visibili solo su PC.


Adesso che abbiamo creato i capitoli e scelto un'ottimo sfondo per il nostro menù selezione capitoli, cominciamo a crearlo. Vai al menù asset, e trascina la nuova immagine di sfondo nella successiva posizione per il menù disponibile. Clicca sul nuovo menù e aggiungi due pulsanti rappresentanti due freccie, rispettivamente puntanti a sinistra (che permetterà di tornare al menù principale), e a destra, per raggiungere la successiva pagina di menù selezioni capitoli ( è difatti sconsigliato porre 40 thumbnail per la selezione capitoli su un'unica pagina!).

Linka il primo pulsante al menù principale (click sinistro per selezionare, click destro quindi Menu -> Menu 1 -> Button 1) o semplicemente trascinando la preview del menù 1 da sotto la finestra principale fino al pulsante. Usando il primo metodo, è possibile decidere quale pulsante sarà attivato di default. Per esempio io linko al bottone back il pulsante 2 del menù principala (cioè quello che lancia il menu selezione capitoli). Questo perchè se l'utente premesse per sbaglio più volte il pulsante enter, tornerebbe di nuovo al menu selezione capitoli. Se fosse stato linkato invece il pulsante 1 partirebbe subito il film (trascendendo le intenzioni dell'utente, NDT).

Crea tutti i menu selezione capitolo necessari ed assicurati che nell'ultima pagina sia presente un link che porti direttamente al menù principale (ormai dovresti essere in grado, giusto?).

Se hai problemi nell'allineare i tuoi bottoni puoi usare le opzioni di allineamento sotto la finestra principale. Passando con il mouse sopra ogni opzione avrai una spiegazione di quello che fà. Le icone non attive non possono essere utilizzate per quella particolare operazione.

L'ultima parte consiste nel creare opzioni funzionanti per la selezione capitoli.

Seleziona il menù per cui vuoi creare thumbnails dei capitoli. Il simbolo dell'occhio setta il frame che sarà usato per creare thumbs per la selezione capitoli. Ad esempio, il capitolo 1 comincia con il frame 1 che di solito è completamente nero, e non utilizzabile per un'anteprima. Clicca sulla bandierina rappresentante il capitolo 1 e sposta il simbolo dell'occhio in una posizione migliore.

L'unico problema è che verranno creati anteprime per tutti i capitoli esistenti. Se qualcuno sà come aggirare questo problema, me lo faccia sapere. Di solito io cancello tutti i thumbs che non mi interessano.

Alla fine il tuo menù avrà quest'aspetto:

Proprio come con i pulsanti tu puoi selezionare, spostare e ridimensionare i thumbs, creare ombre e modificare i link.

Una volta fatto con i menù selezione capitoli puoi passare agli extra. Da questo momento non dovresti avere più problemi a creare nuovi menù per lanciare gli extra.

Punto 5: Simulazione

Una volta creati tutti i menù cel disco, è tempo di passare a verificare il tuo lavoro. Premi il pulsante simulation, in basso a sinistra, per passare al simulation mode.

Se sai come si usa un player DVD, non avrai problemi in questa operazione.

Usa i pulsanti di navigazione e di playback per navigare nel disco come faresti con un normale DVD e verifica che sia tutto a posto. Se così non è, torna alla fase precedente cliccando sul pulsante author in basso a sinistra. Effettua le modifiche necessarie e torna di nuovo alla simulazione per testarle. Una volta verificato l'esatto funzionamento del progetto, è tempo di esportarl

Punto 6: Export

Qui hai 3 possibilità. Se SpruceUp riconosce il tuo masterizzatore, puoi esportare direttamente su disco. Ricordati di premere il pulsante Advanced e deseleziona Includes Szyzgy player e SpruceUp trial (che includerebbero sul cd il demo di SpruceUp e un player, NDT), di cui non abbiamo bisogno, esatto?

Se il tuo masterizzatore non è supportato o se semplicemente non vuoi farlo adesso, seleziona Title Set, come mostrato sopra, creando così semplicemente tutti i files VOB, IFO e BUP che potrai masterizzar in seguito usando Nero o qualunque altro software tu abbia. Se hai problemi con software di masterizzazione, ti può aiutare la guida di Derrow. La terza possibilità consiste nel creare un file immagine del DVD da masterizzare in seguito con un apposito software. Quest'ultima sembra la migliore soluzione, dato che sembra quella che assicuri i migliori risultati di compatibilità, specialmente usando un software di masterizzazione specifico per DVD.