Guida a NeroDigital

Sono certo che avete già sentito il nome Nero prima d’ora. Probabilmente questo è il programma che vi è stato fornito con il vostro masterizzatore CD / DVD, non è vero ? Ahead, produttore del programma Nero Burning ROM si sta muovendo aggressivamente nel mercato del backup dei DVD dall'inizio dell'anno con il rilascio di Nero 6. Viene fornito con quello che probabilmente è il miglior codec audio AAC in circolazione e con un pacchetto chiamato NeroVision che permette di creare e di editare video scrivendoli su dischi (S)VCD or DVD. Viene fornito anche con un' applicazione chiamata Recode, che può essere usata per transcodificare DVD e scriverli su un DVD±R/W standard.

Allo stesso tempo la Ahead sta lavorando per entrare nel mercato "del backup dei tuoi DVD su di un singolo CD" , che si è aperto 4 anni fa con i codec DivX ;). Invece di sviluppare un ennesimo codec MPEG-4, Ahead ha scelto una strada diversa. La loro soluzione NeroDigital è un pacchetto completo per video, audio e sottotitoli, basato interamente sullo standard MPEG-4. Comprende un'avanzato codec video MPEG-4 Simple Profile, un'encoder audio AAC ad alta efficienza, usando il container standard MP4 per contenere sia audio che video (e sottotitoli, ma in formato nonstandard). Il container supporta i capitoli che vengono estratti dal DVD originale. Invece di offrire separatamente questi strumenti, NeroDigital è stato incluso nei nuovi rilasci di Recode - Recode 2. Recode 2 inizia dove Recode 1 ha lasciato. Gli utenti delle versioni precedenti, e gli utenti del suo "cugino" DVD Shrink - si sentiranno subito a proprio agio con questa GUI così familiare. Come Recode 1, Recode 2 può essere anche usato per transcodificare DVD in dischi DVD±R ed inoltre per mettere DVD multipli su di un singolo DVD±R. Infine ovviamente c'è il modo NeroDigital che converte un DVD in un file MP4 usando NeroDigital.

Questa soluzione è certamente potente, ma c'è uno svantaggio che dovete considerare: i files MP4 possono essere letti solo sui PC. Mentre i lettori standalone DivX e XviD sono teoricamente capaci di leggere i files MP4, nessun produttore di lettori ha pagato una licenza di decodifica AAC, e nessun lettore supporta il container MP4 (con i sottotitoli compresi). DivXNetworks, la società che attualmente spinge attivamente DivX verso i lettori standalone, ha deciso da tempo di non appoggiare una certificazione che includesse audio AAC ed il formato MP4, che ciò avvenga rimarrà quindi a carico della Ahead e delle altre società che supportano MP4 quali 3ivX e dicas. Infine, Recode 2 attualmente non suddivide i files MP4, così se state cercando di rippare su 2 CD, dovete trovare una vostra soluzione per suddividere il file (non c'è un modo facile) e non c'è alcun modo di usare Nero Digital al di fuori di Recode 2.

Per questa guida avrete bisogno dei seguenti programmi:

DVD Decrypter & Daemon Tools o di un decriptatore al volo come AnyDVD o DVD Region-Free
Nero Recode 2
ImgTool & DVD Decrypter o di un programma di masterizzazione DVD commerciale (se preferite non usare la masterizzazione da Nero Recode)

Punto 0: Impostazioni iniziali

Dovrete eseguire questo punto una sola volta. Le impostazioni iniziali riguardano l'impostazione di parecchi parametri che saranno utili per rendere i seguenti progetti di backup dei DVD molto più semplici.

Per cominciare, dovrete per prima cosa selezionare il modo operativo di Recode. Siccome questa guida riguarda Nero Digital, selezionerete Copy DVD to Nero Digital.

Premete il bottone More per vedere le opzioni di Recode.

La prima cosa da osservare sono i profili. Potete definire un numero di profili tra cui scegliere. I profili contengono informazioni come quale parte del filmato deve avere priorità in termini di qualità, e quali tracce audio e sottotitoli verranno incluse per default. Premete Profiles... per configurare e creare i profili.

Premete il bottone New per creare un nuovo profilo, o per editare un profilo di default esistente.

Impostate Quality distribution secondo l'opzione che preferite. Per default viene selezionato, Assign best quality to the Main Movie, volendo significare che se includete extra o menù nell'output (i menù non sono previsti nell'output di Nero Digital), il filmato principale avrà un bitrate superiore al resto, apparendo così migliore. Ovviamente, se il filmato principale è per voi solo una distrazione dai meravigliosi extra, potete selezionare Assign best quality to Extras ;)

Si può scegliere anche per l'output DVD l'opzione Keep all menus in original quality , che fa ciò che dice: mantiene i menù nel loro originale aspetto (e qualità).

quindi andate alla tabella audio:



Quì potete scegliere le tracce audio che saranno preselezionate per il vostro output. Premete il bottone Add per aggiungere altre lingue, o scegliete una lingua e premete il bottone Remove per eliminarla.

Potete anche scegliere quale tipo di audio preferite selezionando quello appropriato dal menù a tendina. Per default, vengono preferite le tracce Dolby Digital, però Recode vi permette di selezionare qualsiasi altro tipo di audio che ci possa essere. Sulla maggior parte dei DVD, avrete una traccia Dolby Digital. Per l'output DVD, potrete scegliere DTS per conservare la traccia ad alta qualità DTS (tenendo presente che avendo un bitrate più alto occupa uno spazio maggiore che altrimenti può essere usato per il video).

Ultimo ma non da trascurare Select all tracks if none meets my selection criteria preselezionerà tutte le tracce audio disponibili, se nessuna delle lingue che avete specificato risulta essere presente.

Potete quindi fare la stessa preselezione delle lingue per i sottotitoli e quindi premere OK per salvare le impostazioni.

Ora premete il bottone Configure

La prima cosa da configurare sono le opzioni per l'input DVD.

Il Prompt to include DVD data files when importing si applica solo all'output DVD e può essere usato per includere files DVD-ROM che possono essere presenti sul DVD nel vostro progetto finale.

Remove P-UOPs rimuove qualsiasi user prohibition presente sul disco (quale ad esempio l'impossibilità di saltare un titolo, o di cambiare lingua durante l'esecuzione del filmato, ecc.).

Remove Layer Break rimuoverà il layer break che si può trovare su di un DVD doppio strato.

Entrambe le opzioni Output DVD si applicano solo all'output DVD.

Procedete quindi con Nero Digital.



Questa opzione si applica ovviamente all'output Nero Digital.

Potete scegliere se Recode debba chiedervi se effettuare una seconda passata per l'encoding se la qualità della prima passata non deve essere notevole. L'opzione imho è una buona scelta, ma alla fine, Nero Digital è così veloce che probabilmente sceglierete di effettuare l'encoding sempre in due passate.

L'opzione UI non è molto interessante così potete procedere direttamente alla finestra di Preview .



Recode vi permette sempre di vedere l'anteprima di ogni parte del video con l'audio.

Scegliete l'opzione Audio preview fra quelle che meglio si adattano alle vostre impostazioni audio correnti. Always downmix to 2-channel stereo funzionerà dovunque, mentre Multichannel richiede un'output audio 5.1 analogico (ovviamente questo tipo di output deve essere connesso ad alcuni diffusori attraverso la linea ;) SPDIF richiede una connessione digitale tra il vostro PC ed il ricevitore.

Premete quindi OK per ritornare alla finestra principale di Recode.



Punto 1: Rippare il DVD

Siccome Recode non supporta contenuti DVD criptati, dovete innanzitutto rippare il DVD sul vostro harddisk. Se avete installato AnyDVD o DVD Region-free, non dovete eseguire questo punto perchè essi permettono a Recode di rippare e codificare al volo.

Punto 2: Backup del DVD

Sulla schermata di partenza potete scegliere tra 3 opzioni:

Copy Entire DVD to DVD and Remake a DVD produrrà dei DVD, mentre Copy DVD to Nero Digital è ciò che dovete scegliere per questa guida.



Premete il bottone Import Titles per selezionare la vostra sorgente.

Inizialmente, questa finestra sarà vuota e dovrete premere il bottone Browse e selezionare il percorso di origine del vostro DVD (la directory VIDEO_TS sul vostro HD o DVD). Se state aprendo per la prima volta il DVD, Recode rapidamente analizzerà la sorgente e vi mostrerà l'avanzamento nella seguente finestra:

Dopo la fase di analisi otterrete una lista di tutte le parti video disponibili sul DVD, ordinata in 3 categorie: i Menù che non interessano per l'output Nero Digital, gli Extra ed il filmato principale. Nel caso di un disco suddiviso in episodi dovreste avere dei filmati principali multipli aventi tutti circa la stessa lunghezza. Se avete filmati principali multipli e il disco non contiene episodi, usate la finestra di preview per trovare il Titolo di cui volete effettuare il back up.

Nella tabella Info, Recode vi mostrerà anche altre informationi circa il flusso video.

Fatta la vostra scelta , selezionate il titolo appropriato e premete il bottone Add Title. Potete aggiungere titoli multipli ripetendo questa procedura, quindi premete Finished per chiudere la selezione e tornare alla finestra principale.

Ora avete la lista dei titoli che verranno inseriti nel vostro progetto:

Per default, Recode posizionerà gli slider in modo che tutti i titoli entrino nella dimensione di default che avete preselezionato:

Prima di selezionare un'ampiezza di 2+ CD non dimenticate che Recode non suddivide l'output.



Se deselezionate Fit to target, dovrete aggiustare da soli il bitrate video. Per aiutarvi a farlo, Recode ha una barra che mostra la dimensione corrente del vostro progetto in relazione alla capacità del disco scelto.

Fintantochè la barra blu non attraversa la linea punteggiata rossa, siete a posto.

Nel caso abbiate titoli multipli, potete ancora rimuovere quelli indesiderati. Semplicemente selezionateli, quindi premete il bottone Delete.

Se decidete di scegliere manualmente il bitrate muovendo lo slider (aumentando il bitrate video per un titolo diminuirà automaticamente il bitrate del resto così che la dimensione dell'output rimarrà sempre la stessa), potete anche usare il bottone Lock Ratio per finalizzare il bitrate per un Titolo. Da allora in poi, la compensazione automatica della dimensione non sarà più attiva per il titolo selezionato e vedrete un piccolo simbolo di blocco davanti al corrispondente slider del bitrate.

 

A sinistra della finestra di preview e sotto la lista dei titoli, potete configurare anche le opzioni audio e sottotitoli.

Per default, la prima traccia audio nella vostra lista delle preferenze (richiama le impostazioni iniziali del Punto 0) saranno incluse nel vostro output (e non potrete mantenere due tracce audio).

Potete scegliere tra audio 2 canali (Stereo) e 6 canali (5.1-channel surround). Ricordate che per usare un'audio 6 canali, avrete bisogno di un'output 5.1 analogico connesso al vostro sistema di diffusori. SPDIF non funzionerà!

Nella tabella dei sottotitoli potete scegliere una traccia sottotitoli che verrà inclusa nell'output (ancora una volta è possibile includere una sola traccia).



Prima di descrivere dettagliatamente la configurazione audio e video, occupiamoci anche dell'opzione Start/End.

Se non volete includere l'intero filmato, potete scegliere manualmente il punto d'inizio (start) e di fine (end) in questa finestra.

L'uso è così immediato che dubito abbiate dei problemi.



Ritornando alla finestra principale configuriamo audio e video.

In questa finestra si può configurare sia l'output 2 canali che 5.1 canali scegliendo l'opzione appropriata dal menù a tendina Audio channels.

Recode assegnerà un bitrate per default, ma potete modificarlo manualmente scegliendo Custom profile. Usando il codec audio ad alta efficienza Nero Digital si può effettuare un'enconding a basso bitrate ed alta qualità, ma non tutti i lettori AAC possono decodificarlo (ciò non costituisce un problema se avete installato Nero player, i filtri 3ivX o CoreAAC).

Il bitrate dovrebbe essere molto chiaro. Se usate HE AAC potete usare 64kbit/s e se non suona tanto bene quanto un 128kbit/s MP3, ci si avvicina parecchio (ovviamente potete ancora aumentare il bitrate audio).

Per audio 6 canali si può usare un bitrate di 256 kbit/s.


 

Il punto successivo è l'impostazione del video :

La prima opzione è deinterlacing. Recode riconosce automaticamente se la sorgente ne abbisogna e seleziona la giusta opzione cosicchè non dobbiate più cambiarla a meno che non sappiate che questa scelta è sbagliata (ad esempio se vedete delle linee orizzontali nella finestra di preview e deinterlacing è disabilitata, dovete abilitarla).



Infine abbiamo l'opzione crop. Come i programmi concorrenti, Recode può fare automaticamente il crop evitando le striscie nere. Se pensate di poter far meglio da soli, selezionate Custom Crop e premete il bottone Custom Crop Interface.

Potete usare lo slider sotto l'immagine per spostarvi ad un'altra posizione del filmato, e quindi usare le linee bianche attorno al filmato per impostare la posizione corrente di crop.

Le impostazioni correnti di crop possono essere viste anche a sinistra della preview del filmato.

Premete OK quando avete finito.



In ultimo, ma non meno importante, c'è la tabella di Resize, dove potete scegliere anche una dimensione personalizzata, ricordando che Recode non regola automaticamente la risoluzione cosicchè essa ancora corrisponde al proprio aspect ratio. Perciò, se cambiate una risoluzione, assicuratevi di regolare l'altra per conservare la giusta relazione tra la risoluzione orizzontale e verticale.

Una volta configurato sia il video che l'audio, sarete pronti per l'encoding. Prima di premere il bottone Next, selezionate l'appropriato Nero Digital profile dal menù a tendina:

Troverete diversi profili che mirano a specifiche unità hardware. Il profilo Home Theater è quello preferibile e mira ai lettori DVD standalone (ma ricordate che attualmente nessun lettore può eseguire MP4, AAC ed il formato dei sottotitoli usati da Nero Digital). Selezionando HDTV o Maximum Definition vi sarà permesso di selezionare in seguito delle caratteristiche più avanzate. Finchè sarà possibile leggere l'output solo su PC, selezionate il profilo Maximum Definition, quindi premete Next.

Per default, Recode andrà direttamente alla masterizzazione, ma se desiderate configurare ancora qualcosa prima di ciò, selezionate Nero Digital Settings.

Per default, Recode mostrerà la scelta tra l'encoding in una sola passata ed in due passate. Ovviamente l'encoding in due passate richiede più tempo (non esattamente il doppio del tempo perchè l'encoding audio viene fatto una sola volta), ma rende una qualità migliore.

Anche quì potete cambiare i profili esistenti o creare nuovi profili selezionando un profilo dalla lista e cambiando le sue opzioni, o premendo il bottone New per crearne di nuovi.

Selezionando Expert mode accederete alle impostazioni avanzate, che sono organizzate ad albero come la struttura:

Encoding method corrisponde alle opzioni disponibili nell'easy mode. nel one pass mode potete scegliere anche un quantizer minimo e massimo (fattore di compressione), ad ogni modo usando il range (1-31) di solito si ottengono buoni risultati.


 

Nella sezione Quality / Speed, inizia il divertimento:

quando si usa uno dei rapporti predefiniti Performance / Quality, parecchie opzioni saranno inibite, per ottenere sempre buoni risultati. Impostare Performance / Quality a Custom permette di configurare ogni parametro, ma bisogna fare attenzione: dovete veramente sapere quello che state facendo.

EPSZ2 è il metodo di default motion search con la maggiore qualità ed NC Prediction non risulta utile per l'encoding orientato ai PC.

Scene cut configura l'inserimento automatico del keyframe al cambio della scena.

Fast ME abilita una stima quality motion più veloce e di minor qualità che non va usata per il backup di DVD.

Le opzioni Low Noise e High Noise possono essere usate per ottimizzare l'encoder per sorgenti a basso o ad alto rumore ma di solito non avrete bisogno di queste opzioni.

High BVOP quantisation abilita compressioni maggiori per i B-frames che possono diminuire la qualità.

Maximum MV Range Può essere usato per aumentare o diminuire il range di ricerca del motion estimation. Questa opzione decide quanto lontano un oggetto si può muovere attraverso i frame ed essere ancora riconosciuto. Valori maggiori danno risultati migliori ma diminuiscono le prestazioni perchè la ricerca viene estesa ad una porzione maggiore dell'immagine.

Infine, Psycho-Visual quality level usa le proprietà dell'occhio umano per escludere le cose che non riusciremmo a percepire. High mode è il valore di default, opera su di un livello di macroblock, mentre il Low mode opera sulla base dei frame (risultando quindi meno accurato ma più veloce).

Il successivo lotto di opzioni interessanti si può trovare nelle Advanced options.


Non scegliete Simple profile o non avrete accesso a molte delle caratteristiche avanzate che offre Nero Digital.

Quì potete optare per la quantizzazione H.263 o MPEG. La prima scelta dà un'immagine più morbida e si adatta meglio a files di piccole dimensioni (1 CD), mentre MPEG si adatta di più per dimensioni maggiori (2 CD ed oltre).

quindi c'è il motion estimation.Il valore di default è Half pixel, Quarter pixel permette una motion estimation più accurata, diminuisce la velocità dell'encoding ma può aumentare la qualità dell'immagine (anche se non a tutti piace l'effetto che dà il QPel). Notate che QPel non è disponibile nel profilo Home Theater (e sotto).

Spatial prediction permette la dc/ac prediction che riduce i bits necessari per la codifica intra macroblock puntando i good predictors nei macroblocks circostanti.

Predicted VOP deve essere scelta in ogni caso, perchè senza di essa la qualità viene degradata in quanto ogni frame viene codificato indipendentemente (la compressione MPEG si basa sull'idea di conservare soltanto le differenze tra frames per ridurre la dimensione dei files).

Unrestricted Motion Vectors permette il tracking degli oggetti aldifuori del frame, cosa che porta ad una migliore motion estimation.

Scegliete 4 motions vectors per macroblock per usare più vettori di movimento e così incrementare un pò la qualità.

Bidirectional VOP è la nozione scientifica dei B-frames, potete sceglierla sicuramente per aumentare la qualità.

Abbiamo poi Support of interlaced VOP, che supporta l'encoding di contenuti interlacciati (ciò se l'opzione Deinterlace non è stata selezionata), e Global Motion Compensation (è una 3 warppoint GMC che attualmente nessun lettore standalone può utilizzare, ed inoltre non aumenta realmente la qualità in maniera apprezzabile).

Nella sezione Keyframes potete scegliere una distanza minima e massima tra keyframes (sono dei frames codificati così come sono, non come differenza ad altri frames). Il default si comporta bene e con i meccanismi odierni di inserzione di keyframe non dovreste modificare tale opzione.

Infine, si possono anche usare della matrici di quantizzazione personalizzate sia per I-frames (Intra) che per P-frames (Inter). Ma se sapete cosa fa una matrice di quantizzazione, probabilmente non avete bisogno di alcuna guida e non avrete alcun problema a maneggiarle da soli.

Una volta esaminati gli expert settings, ancora poche cose prima di cominciare l'encoding:

Recode può spegnere il vostro PC quando l'encoding è finito. Tutto ciò che dovete fare è scegliere Shut down computer when finished.

Se pensate di usare il vostro PC durante la fase di encoding di Recode, impostate la Priorità su Low. Se non state usando il PC, una priorità maggiore non può disturbarvi, mentre vi darà una differente velocità.

Adesso si può andare alle Burn Options.

Si può scegliere tra scrivere su harddisk (selezionando Hard Disk Folder ed una Target folder), masterizzare direttamente su di un CD / DVD selezionando un masterizzatore CD/DVD con la giusta Writing speed (NDT: velocità di scrittura) e Number of copies (NDT: numero di copie) che si desiderano realizzare.

La terza opzione è Image Recoder, che crea un file immagine CD sull'harddisc, che può essere masterizzato su di un CD in un secondo momento.

In ogni caso, dovete selezionare una cartella in cui conservare i files di output, l'immagine CD o i files temporanei (nel caso della masterizzazione). Assicuratevi che sull'unità scelta ci sia abbastanza spazio.



Ora si può iniziare. Premete il bottone Burn .

Recode mostrerà una preview di ciò che è in fase di encoding (che potete disattivare, ottenendo un leggero aumento della velocità), c'è anche un indicatore di stato dove potrete vedere il numero dei frames codificati per secondo, il tempo trascorso, quello rimanente e la progress bar con l'indicatore percentuale.



Finito l'encoding (e la masterizzazione), Recode vi invierà questo simpatico messaggio.

Se siete interessati a conoscere le operazioni eseguite da Recode, premete Yes.

Quindi premete Next ed otterrete una finestra dove potrete masterizzare nuovamente il progetto, iniziarne uno nuovo o realizzare una cover.

Nel caso non abbiate masterizzato il progetto, create semplicemente un regolare progetto CD ISO con Nero 6 in qualsiasi posto, aggiungete il file MP4 e masterizzatelo quando vi sentite pronti per farlo.

Questo documento è stato aggiornato il 10 Dicembre 2003
Ultima Traduzione il 7 Gennaio 2004